Fa rubare in casa dei genitori e divide il bottino con l’amico. Denunciato

Chiede soldi in prestito ad una amico, lui non ne ha e per non deluderlo gli propone di rubare in casa dei genitori. Gli ha anche suggerito pure il momento più propizio, ossia durante una notte quando lui avrebbe dovuto accompagnare il padre sarebbe andato fuori per una visita specialistica e il fratello sarebbe stato di turno in fabbrica e lui. Detto fatto, l’amico è penetrato in casa e si era diretto nel pensile della cucina, dove in una biscottiera ha trovato i gioielli. Tanta precisione, però, ha insospettito i carabinieri, che dopo la denuncia hanno indagato. Così ben presto sono venuti a capo del furto, smascherando ideatore e esecutore. Della refurtiva (valore 2000 euro) buona parte era ancora nella disponibilità dei due giovani, mentre circa un terzo dei gioielli erano stati venduti presso un negozio di Lanciano, dove ai genitori stessi, alla fine, è toccata pure andarseli a ricomprare. I militari dell’arma hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lanciano M.T., 23enne, per furto in abitazione.