Asse Attrezzato, PD e La Destra sollecitano soluzioni per evitare il pedaggio

«Il centrodestra deve dire da che parte sta. Ha eletto autorevoli rappresentanti a Roma che hanno il potere di salvare l’Asse attrezzato: i cittadini non si fanno più ingannare da qualche dichiarazione a effetto del presidente o di altri esponenti del Pdl». Lo afferma il consigliere provinciale Giancarlo Gennari (Pd), annunciando che il 21 su richiesta dei democratici il Consiglio provinciale di Pescara discuterà del declassamento dell’Asse attrezzato. «La nostra è l’unica proposta che può evitare il salasso sui pendolari di questa provincia» dice Gennari, «e il centrodestra può non solo approvarla senza difficoltà, ma farsi carico di coinvolgere la Regione e lo Stato centrale, tutto nelle sue mani. Accodarsi ai ricorsi promossi dalla Provincia di Roma guidata dal centrosinistra è solo un modo per lavarsi le mani: il presidente Testa accolga la nostra proposta e dica ai suoi compagni di partito di salvare l’Asse attrezzato. Altrimenti sarà semplicemente complice della tassa più pesante calata sulla testa degli abruzzesi negli ultimi vent’anni».

La situazione riguardante il pedaggio dell’Asse Attrezzato è ancora da risolvere: molte le promesse fatte dagli esponenti della maggioranza sulla possibilità di eliminare il provvedimento, ora attendiamo con ansia i risultati – afferma in un comunicato la federazione provinciale de La Destra -. La superstrada che collega Chieti e Pescara ormai da oltre 30 anni è utilizzata dai pendolari delle aree interessate in alternativa alla Tiburtina Valeria. E’ a tutti gli effetti una super strada, un’arteria di collegamento tra due poli di attrazione; l’idea della tassa da molti viene vissuta come una sorta di tradimento. Il pedaggio, secondo le previsioni degli esperti, andrebbe a colpire in particolare i residenti nell’area della Provincia di Pescara e la cosa, a nostro avviso, appare molto preoccupante: i cittadini, già notevolmente gravati dalla situazione economica e commerciale che stenta nella ripresa, vedranno impoverire ulteriormente le proprie risorse, tutto a discapito dell’economia cittadina che risulta già provata dalla crisi nel settore commerciale;  senza contare che il traffico sulla Tiburtina rischia nuovamente di impazzire. La Federazione Provinciale de “La Destra” di Pescara condivide e appoggia la battaglia condotta dal Presidente della Provincia Guerino Testa di assegnare al tratto Asse Attrezzato una valenza metropolitana piuttosto che autostradale. Siamo più che convinti che i cittadini hanno bisogno di un segnale forte di fiducia che vada nella loro direzione e faccia capire loro che la politica ora al governo è tesa ed impegnata a curare i loro interessi”.