Di Bucchianico (IdV): “L’assessore Caporella si è svegliato, ha scoperto che Cerratina è in emergenza”

“Caro Assessore, è già emergenza quando dice che la discarica ha meno di un anno di vita e adesso, solo adesso, si cercano soluzioni alternative svegliandosi da un sonno profondo come se il problema rifiuti fosse nato solo qualche giorno fa. È davvero sorprendente come la classe dirigente Lancianese ammette il proprio fallimento scaricando le proprie responsabilità sulla Presidenza della Regione e sull’ Ecologica Sangro”.

E’ quanto sottolinea in una lettera aperta all’Assessore della Provincia di Chieti e al comune di Lanciano, Eugenio Caporella, il Responsabile Regionale dell’IdV – Dipartimento Energia e Rifiuti, Gabriele Di Bucchianico.

“Se davvero il servizio di raccolta differenziata fa acqua da tutte le parti come sostiene  De Rentiis, nonché collega di partito dell’Assesore Caporrella, allora il problema è uno solo: il nostro Assessore non è capace di gestire ne di pianificare una seria raccolta dei rifiuti quindi questo incarico non si addice alle sua preparazione culturale. Riteniamo la gestione dei rifiuti una cosa molto seria che non può essere gestita da un  Assessore part-time tra la Provincia di Chieti e il Comune di Lanciano. Noi continuiamo a sostenere che la corretta gestione dei rifiuti è quella che ha come obiettivo la riduzione della quantità dei materiali da portare allo smaltimento finale quindi proponiamo all’Assessore “part-time” di farsi carico di una seria campagna di sensibilizzazione affinchè si riduca la produzione di rifiuti.  Ribadiamo il ns. No, ai killer della raccolta differenziata cioè a chi vuole costruire inceneritori camuffandoli questa volta da “Macchinari che smaltiscono rifiuti” come dichiara l’Assessore Caporrella”.