Passa il Piano Spiaggia in consiglio comunale a Vasto

Con 15 voti della maggioranza di centro sinistra ed 8 astensioni delle minoranze il Consiglio Comunale di Vasto ha adottato il Piano Spiaggia. Il piano prevede sette nuove concessioni balneari a Vasto Marina, nel tratto di litorale compreso tra il monumento alla Bagnante e il punto che delimita a nord della riviera il sito d’interesse comunitario delle dune. Previsti, inoltre, anche sette pontili galleggianti, la grande area eventi e la riqualificazione di venti trabocchi. Le opposizioni hanno criticato i tempi troppo lunghi d’adozione del piano che, a dire del centrodestra, ricalcherebbe per la gran parte quello precedente. “Con l’adozione del piano abbiamo dato finalmente certezza giuridica ai titoli concessori dei balneatori. Fino a ieri c’era stata nel settore una gestione molto superficiale, con un brutto termine oserei dire ‘pecoreccia’, con licenze di tipo commerciale attribuite di volta in volta. Adesso i balneatori hanno finalmente solide certezze su superfici e sanatorie – ha detto in proposito il sindaco di Vasto, Luciano Lapenna. Quello del piano spiaggia, che ora continua l’iter amministrativo verso la definitiva approvazione, era l’argomento principale all’ordine del giorno dei lavori consiliari di ieri. Illustrato in aula dal dirigente il settore urbanistica, Alfonso Mercogliano e dal progettista, l’ingegner Ettore Piccirilli, dal piano è per ora esclusa l’area d’interesse comunitario, di alto valore ambientale per la presenza di un delicato sistema ecodunale, per il quale è indispensabile una successiva misura amministrativa.