Basket Serie A, Teramo perde a Milano con onore

Ancora una sconfitta per la Banca Tercas Teramo, piegata questa volta dall’Armani Jeans Milano di coach Dan Peterson, rinforzata in settimana dall’arrivo del playmaker Lynn Greer e, numeri alla mano, più seria candidata al ruolo di antagonista per la corazzata Montepaschi Siena.

Nonostante la grande differenza sulla carta tra le due squadre, il Teramo ha ceduto solo nell’ultimo quarto, insidiando i lombardi per i restanti tre quarti di gara. Alla partenza subito Milano avanti grazie alle realizzazioni di Jaaber, Hawkins e Mancinelli, con le  quali i bianco-rossi firmano il break del 9-2, Teramo però non demorde e trova il -1 con Diener e Boscagin. Il punteggio resta in equilibrio fino alla fine del quarto, concluso con gli ospiti che trovano i 5 punti di vantaggio con Greer, sul 27-22.

Milano parte forte anche nei secondi dieci minuti di gioco firmando subito un parziale di 7-0 che spiazza gli ospiti. Questa fase di gara è difficile per i ragazzi di Ramagli che non trovano il canestro con continuità e vedono i loro avversari incrementare il loro vantaggio fino al 37-24 di metà quarto.

Gli abruzzesi però non si abbattono e con grande caparbietà e determinazione riescono a di nuovo a tornare in partita, portandosi a sole due lunghezze dagli avversari, sul 37-35. Prima dell’intervallo lungo quindi la gara è ancora aperta, con le due squadre divise da 3 punti, sul 42-39. Nella ripresa è l’equilibrio a farla da padrone, da parte di entrambe le squadre c’è infatti la voglia di portare a casa i due punti e il risultato non può che essere un match caratterizzato da continui botta e risposta a suon di canestri.

Sul finire del quarto Milano è però più brava a giocare le proprie carte e riesce a mettere 5 punti di distanza tra sé e i teramani alla penultima sirena.

Nell’ultima frazione di gioco Teramo sembra sparire completamente lasciando piena libertà agli uomini di Peterson, che ne approfittano siglando il parziale di 12-0 che spezza le gambe alla compagine abruzzese. Milano arriva anche a toccare il +20 grazie alla tripla di, ironia della sorte, Marco Mordente, guardia di origine teramana che ha iniziato a calcare i palasport proprio con la casacca del Teramo Basket. Nel finale con il risultato ormai in cassa forte Peterson fa molto turn-over, il Teramo recupera qualche punto ma non basta. La sirena finale arriva implacabile quando il tabellone luminoso dice 87-74.

Serie A 16. giornata, i risultati: Air Avellino – Benetton Treviso: 77-53; Bennet Cantù – Canadian Solar Bologna: 83-67; Angelico Biella – Pepsi Caserta: 81-83; Dinamo Sassari – Fabi Shoes Montegranaro: 80-81; Enel Brindisi – Lottomatica Roma: 80-84; Armani Jeans Milano – Banca Tercas Teramo: 87-74; Scavolini Siviglia Pesaro – Cimberio Varese: 74-72; Montepaschi Siena – Vanoli-Braga Cremona: 70-62

La Classifica- Montepaschi Siena 30; Armani Jeans Milano 26; Bennet Cantù 22; Fabi Shoes Montegranaro 18; Canadian Solar Bologna, Scavolini Siviglia Pesaro, Air Avellino, Pepsi Caserta 16; Angelico Biella, Cimberio Varese, Lottomatica Roma 14; Vanoli-Braga Cremona, Benetton Treviso, Dinamo Sassari 12; Enel Brindisi 10; Banca Tercas Teramo 8

Serie B, Chieti perde a Montegranaro, il Torre de’ Passeri di misura sul Fossombrone

Nella 18. giornata cade la capolista Chieti nella trasferta di Montegranaro al termine di una partita equilibrata ed incerta sino agli ultimi istanti. Con la vittoria il Montegranaro si porta a soli due punti di distanza dai teatini, lanciando un così un forte messaggio agli uomini di Sorgentone che speravano nell’allungo sulla principale avversaria. La gara si apre all’insegna dell’equilibrio e del bel gioco, le due formazioni infatti non sembrano intenzionate a studiarsi troppo e mettono a referto 48 punti in due, 26 per Chieti e 22 per Montegranaro. Nella seconda frazione i padroni di casa, supportati dal proprio pubblico, riescono a colmare il gap e a portarsi in vantaggio soprattutto grazie ad una difesa quasi perfetta. I marchigiani infatti concedono solo 4 punti agli abruzzesi contro i 16 realizzati da loro, l’inerzia della gara cambia e si va al riposo sul 38-30.

Negli spogliatoi il coach abruzzese sembra toccare le corde giuste per smuovere i suoi, quella che torna in campo infatti è una BLS trasformata, decisa a far dimenticare rapidamente la brutta prestazione del secondo quarto. Sulla rimonta da parte degli abruzzesi pesa e non poco il condizionamento delle decisioni arbitrali i quali, forse incapaci di gestire una partita così importate, a suon di antisportivi e tecnici hanno involontariamente innervosito il match. La BLS dimostra quanto sia importante l’esperienza in queste situazioni e chiude sul 53-57 prima dell’ultimo intervallo. Nell’ultimo quarto di gioco è battaglia vera. I padroni di casa riportano infatti da subito il punteggio in parità e le due formazioni giungono punto a punto fino agli ultimi secondi di gara. Il tutto si decide in 40 secondi: Nobile realizza il canestro che vale il +3 per Montegranaro, sul successivo capovolgimento di fronte risponde puntuale Gialloreto che porta i suoi a -1. I padroni di casa non riescono poi a segnare, consegnando il destino della gara nelle mani dei teatini che falliscono il tiro della vittoria con Musso.

Per il Torre de’ Passeri invece vittoria di misura tra le mura amiche ai danni del Fossombrone, in una partita che ha visto gli abruzzesi, sotto per buona la maggior parte del tempo, effettuare una bella rimonta e conquistare nel finale i due punti. Si parte con le due formazioni un po’ contratte, da entrambe le parti infatti si fatica  a trovare la via del canestro e il punteggio ne risente, nella seconda parte di quarto però i padroni di casa mettono la freccia e riescono portarsi avanti, costruendo un buon vantaggio (21-15). Nel secondo quarto di gioco gli abruzzesi continuano a dettare i ritmi del gioco, tenendo a debita distanza gli ospiti. Ciribeni e Fracassini però suonano la carica per il Fossombrone che, azione dopo azione, ricuce lo strappo e si porta addirittura avanti con Corsaletti che segna il 30-32.

Il Torre de’ Passeri sembra aver smarrito la concentrazione e si vede così superato nel gioco dagli avversari che chiudono il primo tempo in vantaggio di 6, sul 37-43. Alla ripresa il Fossombrone è sempre avanti e riesce a rispedire al mittente le velleità di rimonta avversaria, quando Corsaletti segna da sotto il canestro che vale il +11 poi, sembra giungere la svolta decisiva che può piegare i padroni di casa. I ragazzi di Salvemini però non demordono e con grande caparbietà riescono a ridurre lo svantaggio prima della sirena del terzo quarto, chiuso sul 56-62. Nei primi minuti della ripresa gli ospiti aumentano il loro vantaggio, riuscendo a contenere i tentativi di rimonta del Torre de’ Passeri sino al minuto 35, quando salgono in cattedra Bigi e Porfido che con un parziale di 5-0 riaprono i giochi. Il sorpasso degli abruzzesi avviene al minuto 38 grazie ai due punti di Giordano, che fissa il punteggio sul 79-77. Al compagno di squadra fa eco dai 6,25 Savini per la tripla che vale il +5, gli ospiti però non vogliono lasciarsi sfuggire la vittoria e rispondo puntuali. Negli ultimi secondi di gioco Bigi dalla lunetta porta il punteggio sull’88-85, nella metà campo opposta Gattoni fa uno su due e nonostante il rimbalzo in attacco favorevole agli ospiti questi falliscono il canestro della vittoria con Ciribeni. La gara si conclude 88-86.

Serie B 18. giornata, i risultati: Officine Creative Montegranaro – BLS Chieti: 71-70; Reale Mutua Sassari – Naturino Civitanova: 50-63; Russo Cagliari – Bimal Umbertide: 67-44; Gs Torre de’ Passeri – Remet Fossombrone 88-86: Autosoft Scauri – Basket Gualdo 90-65: Tiber Roma – Stella Azzurra Roma 57-67: Mediocasa Giugliano – Spider Bk Fabriano 82-64: ha riposato Dicearchia Pozzuoli

La Classifica: Bls Chieti: 28; Officine creative Montegranaro: 26; Spider Bk Fabriano: 24; Autosoft Scauri, Naturino Civitanova: 22; Gs Torre de’ Passeri: 20; Mediocasa Giugliano: 18; Basket Gualdo 96, Remet Fossobrone: 16; Stella Azzurra Roma, Reale Mutua Sassari:12; Bimal Umbertide, Russo Cagliari: 10; Dicearchia Pozzuoli: 2; Tiber Roma: 0

Serie C dilettanti, nei due derby vittoria per Giulianova e Roseto, vince anche il Pescara

La 15. giornata del campionato di serie C dilettanti ci regala due derby targati Abruzzo, Giulianova-Vasto e Roseto-Sulmona. Il primo vede fronteggiarsi due squadre impegnate nella dura lotta per non retrocedere divise da due punti in classifica, il secondo invece propone la sfida impari tra un Roseto che sogna di accedere alla parte alta della classifica e un Sulmona sempre più isolato in ultima posizione.

A Giulianova la gara è molto equilibrata, un ulteriore conferma arriva dal punteggio alla fine del primo tempo che vede gli ospiti in vantaggio di uno, sul 32-31. Alla ripresa escono fuori i padroni di casa che riescono ad imporre il proprio ritmo al match, ricucendo il piccolo svantaggio e mettendo la testa avanti. Giulianova da’ una sterzata decisiva ai giochi in questa terza frazione, chiusa con 17 punti di vantaggio. Negli ultimi dieci minuti di gioco la BioFox prova a riaprire i conti ma il Giulianova è bravo a chiudersi e a tenere a debita distanza gli avversari, il match si conclude 76-68 in favore dei padroni di casa.

A Roseto invece i padroni di casa si impongono sul Sulmona solo all’ultimo quarto, nonostante le enormi differenze (almeno sulla carta) tra i due roster infatti, gli ospiti hanno saputo interpretare una gara perfetta, che li ha visti per la maggior parte del tempo in partita. I primi due quarti sono giocati da ambo le parti con un ritmo incalzante, un vero spettacolo per i tifosi presenti sugli spalti che assistono ad una gara equilibrata e ricca di realizzazioni. Prima dell’intervallo lungo il Roseto è in vantaggio di 5 punti, sul 53-48. Nel terzo quarto c’è la grande reazione degli ospiti che lottando su ogni palla riducono lo svantaggio fino a inchiodare il punteggio sul 79-78 prima dell’ultima frazione. Il Sulmona sembra però aver esaurito le batterie e nell’ultimo quarto nulla può contro il ritorno del Roseto che chiude la gara con undici punti di stacco.

Il Pescara coglie un’importante vittoria in trasferta a Monteroni, per i ragazzi di coach Quarta una partita praticamente perfetta ai danni di una diretta concorrente. Primi due quarti molto equilibrati, le due formazioni infatti si danno battaglia senza esclusione di colpi ma nonostante ciò nessuna delle due riesce ad allungare in maniera considerevole sull’altra. Nella seconda metà di gara arriva la svolta, gli ospiti infatti alzano i ritmi e trovano il canestro con maggiore facilità, i padroni di casa dal canto loro non riescono a ricucire lo strappo maturato nel terzo quarto e alzano bandiera bianca contro questo Pescara in stato di grazia. La partita si conclude 62-80 in favore degli abruzzesi.

Serie C dilettanti 15- giornata, i risultati: Globo Giulianova – BioFox Vasto: 76-68; U.S. Basket Lucera – ASD Torregreco: 63-75; Alidaunia Trinitapoli – Geofarma Mola: 64-74; Quarta Caffè Monteroni – Pallacanestro Pescara: 62-80; Mister Toto Juvetrani – Pinauto Airola: 84-65; Banca Etruria Venafro – Martino Group Termoli: 80-86; Dimensione Solare Roseto – Fasoli & Massa Sulmona: 94-83

La Classifica: Geofarma Mola: 24; Martino Group Termoli: 22; Pinauto Airola: 20; Pallacanestro Pescara: 18; Dimensione Solare Roseto, ASD Torregreco: 16; Alidaunia Trinitapoli, Quarta Caffè Monteroni, Mister Toto Juvetrani: 14; U.S. Basket Lucera, Banca Etruria Venafro, BioFox Vasto, Globo Giulianova: 12; Fasoli & Massa Sulmona: 6

Serie C regionale, nessun passo falso per le quattro in vetta

Vincono tutte e quattro le formazioni in testa alla classifica a quota 28 punti, il Lanciano guadagna due importantissimi punti a Martinsicuro, al termine di una gara equilibrata e combattuta, per la  quale i frentani devono ringraziare ancora una volta Benjamin Dutto, che con i suoi 35 punti rende inutili i 31 di Capone dall’altro lato.

Ampia vittoria per San Vito che approfitta delle numerose assenze in casa Fortitudo Teramo per imporsi con un netto 85-47.

L’altra compagine teramana vince a Nereto, al termine di una gara dal punteggio basso che non ha regalato particolari emozioni.

Vittoria esterna anche per Atri che si impone a Popoli di 17 punti.

A seguire rispondo bene Campli e Ripalimosani, che battendo rispettivamente Isernia e Roseto raggiungono Martinsicuro a quota 22 punti.

In coda da segnalare la vittoria di Chieti che regolando l’Alba Adriatica in casa arriva a 10 punti in classifica allontanandosi sempre di più dalla zona calda.

Serie C regionale 18. giornata, i risultati: Basket Penne – Olimpia Campobasso: 57-66; Chieti Basket – Alba Adriatica Basket: 70-53; M3 Costruzioni San Vito – Fortitudo Teramo: 85-47; Renit Campli – Exit Isernia: 74-70; T&T Martinsicuro – BLS Lanciano: 84-90; Side Popoli – Pallacanestro Atri: 81-98; Basket Ball Roseto – Visure Online Ripalimosani: 59-74; Nereto Basket – Penta Basket Teramo: 51-63

La ClassificaM3 Costruzioni San Vito, Pallacanestro Atri, Bls Lanciano, Penta Basket Teramo: 28; Fortitudo Teramo, Basket Penne: 24; Pallacanestro Martinsicuro, Vis. Online Ripalimosani, Renit Campli 22; Exit Isernia: 16; Side Popoli: 14; Olimpia Campobasso, Chieti Basket: 10; Basket Ball Roseto: 6; Nereto Basket: 4; Alba Adriatica basket: 2.