“L’Avaro” di Stefano Angelucci Marino torna al Fenaroli

Dopo la “prima” nazionale al Teatro Civico di Caserta, il 6 e 7 novembre scorsi, lo spettacolo “L’Avaro”, capolavoro di Molière, nella versione di Stefano Angelucci Marino, coprodotta dal “Teatro del Sangro” e dal “Teatro Stabile d’Abruzzo” torna “a casa”: giovedì 27 gennaio, all’interno di un tournée che ha già toccato mezza Italia (con successi ed applausi a scena aperta ad Asti, L’Aquila, Parma), la pièce sarà rappresentata al teatro “Fedele Fenaroli” di Lanciano prima di ripartire per Reggio Calabria (12 e 13 febbraio) Roma (26 febbraio) e Foggia (5 e 6 marzo).

Lo spettacolo fa nella della rassegna “Teatri Randagi, stagione di Teatro Contemporaneo”, inclusa nella Stagione Teatrale 2010/2011 del Teatro Fenaroli di Lanciano e organizzata del Teatro Studio di Lanciano. In scena, insieme a Marino, Tommaso Bernabeo, Rossella Gesini. Lo spettacolo è una coproduzione Teatro del Sangro/Teatro Stabile d’Abruzzo con la collaborazione del Centro di Ricerca Abruzzese per il Teatro di Maschera.

Linea Verde al Mercato Contadino di Porta Romana

La trasmissione di RAIUNO darà ampio spazio all’iniziativa teramana, avviata nel 2009. Lo stesso mercato si svolgerà, regolarmente, anche Sabato Venerdì prossimo, 28 gennaio, una troupe della trasmissione televisiva “Linea Verde” di RaiUno  -che va in onda ogni domenica dalle ore 12.20 – sarà a Teramo per registrare immagini ed interviste sul “Mercato Contadino dell’Appennino teramano”. L’amministrazione comunale sarà presente con il Sindaco Maurizio Brucchi e l’assessore al Commercio Mario Cozzi. Il prestigioso appuntamento televisivo, implicitamente riconosce l’importanza dell’iniziativa teramana, avviata il 31 ottobre del 2009 e ormai consolidata, con crescenti e positivi riscontri. Il principio del “farmer market”, il mercato contadino, è di favorire il rapporto diretto tra produttori e acquirenti, senza l’intervento di intermediari. Prezzi più convenienti in media del 30%, tipicità e tracciabilità dei prodotti, sono le caratteristiche di questa particolare forma di commercio al dettaglio dei prodotti della campagna. Al “Mercato contadino dell’Appennino teramano”, che viene allestito in Corso Porta Romana ogni sabato, stesso giorno del mercato settimanale, hanno aderito diverse aziende, che abbracciano la gamma completa dei prodotti: carne, salumi, frutta stagionale e ortaggi, pasta di farro, miele, olio, conserve, confetture, erbe officinali, ecc. Viene realizzato in collaborazione tra Comune di Teramo, Acli, Cia, Copagri e Slow food e GAL Appennino Teramano. Ogni produttore ha a disposizione un proprio gazebo, personalizzato con il logo dell’associazione “Mercato contadino dell’Appennino Teramano” e la dislocazione degli spazi per la vendita risponde ai criteri del decoro e del rispetto dell’ambiente circostante. Il Mercato si svolgerà regolarmente anche il giorno seguente, sabato 29 gennaio.