Operazione Torre del Cerrano, premiata la Capitaneria di Porto di Pescara

Si è svolta presso la Direzione Marittima di Pescara la cerimonia di consegna di onorificenze al personale militare impiegato in una complessa operazione di polizia a tutela dell’Area Marina Protetta di “Torre del Cerrano”.  All’incontro, tenutosi in presenza del Direttore Marittimo dell’Abruzzo e del Molise CV (CP) Pietro Verna, hanno preso parte il Prefetto di Teramo, Dott. Eugenio Soldà, il Presidente del Tribunale di Pescara, Dott. Giuseppe Cassano, il Procuratore Capo del Tribunale di Teramo, Dott. Gabriele Ferretti, il Presidente del TAR Abruzzo-Sezione Pescara, Dott. Umberto Zuballi, e il Magnifico Rettore dell’Università di Teramo, Prof.ssa Rita Tranquilli Leali. Nel corso della cerimonia sono stati illustrati gli aspetti salienti dell’operazione, condotta nel biennio 2008-2010, e che ha portato alla scoperta di una “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche” a carico di un’impresa che si è aggiudicata dei lavori, per un ammontare di oltre 300.000 €, commissionati con fondi della Regione Abruzzo, per il posizionamento di massi “anti pesca a strascico”, da collocare sul fondale dell’intera Area Marina Protetta a tutela delle specie ittiche locali quale prevenzione dal sistema impattante delle reti da pesca da strascico. In particolare dall’operazione, nella quale sono stati impiegati qualificati operatori subacquei della Guardia Costiera, e sofisticati mezzi di rilevamento del fondale, in dotazione alla Marina Militare, è emerso che a fronte delle 8.000 tonnellate di massi naturali, e degli oltre 500 massi artificiali commissionati, sono stati posizionati sul fondale appena 200 massi. Le Autorità intervenute hanno espresso il più vivo compiacimento nei confronti dei militari premiati, e dell’attività tutta svolta dalla Direzione Marittima di Pescara.