Sorpreso a rubare, ucraino reagisce ai carabinieri: arrestato

I carabinieri della Compagnia di Lanciano, la notte scorsa hanno arrestato Oleksandr Bezsmernyi, 24 anni, di nazionalità ucraina, residente a Lanciano, dove svolge attività di idraulico, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane è stato sorpreso in viale Marconi mentre tentava di sfondare con un blocco di cemento, una Mercedes Benz, classe A. Alla vista dei militari l’idraulico ha cercato di far perdere le sue tracce, ma è stato raggiunto. Quando i carabinieri si sono avvicinati, l’uomo ha avuto una violenta reazione: uno dei militari è stato buttato a terra e ha ingaggiato una lotta con l’altro. Alla fine è stato bloccato, ma ha continuato a inveire contro i carabinieri, minacciandoli. L’uomo è stato arrestato per violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, tentato furto. Stamattina è stato giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Lanciano, dove il Giudice, Francesco Marino, lo condannava a nove mesi di reclusione, pena sospesa.

La polizia di Lanciano è alla ricerca dell’autore di una aggressione ai danni di un libraio del centro storico di Lanciano, avvenuta nel pomeriggio di ieri. Alessandro Bianco, 27 anni, questo il nome del titolare della libreria religiosa in Corso Roma, che si trova proprio davanti alla chiesa di San Francesco, che custodisce il Miracolo Eucaristico, ieri mattina era al lavoro, quando ha ricevuto la visita di un mendicante al quale ha offerto qualche moneta. Nel pomeriggio, l’uomo si è recato di nuovo negozio, ma stavolta il titolare si è rifiutato di dargli ancora soldi. L’uomo, probabilmente uno straniero, gli ha sferrato un pugno all’altezza dello sterno e prima di uscire, ha rovesciato sul pavimento alcuni libri.