Festa di compleanno alla Cantina Colle Moro di Guastameroli che compie 50 anni

La Cantina Colle Moro, di Guastameroli di Frisa, compie mezzo secolo di vita. Fondata il 4 febbraio del 1961 oggi, con oltre 1200 ettari di vigneti pregiati in zone ad alta vocazione, è una delle più grandi cooperative d’Abruzzo, una tra le più premiate dalla critica enologica, ed esporta vini in bottiglia in molti paesi del mondo: ma quando fu fondata, da un ristretto gruppo di agricoltori “illuminati”,  ben pochi prevedevano un tale sviluppo. “Non avremmo mai pensato, allora, che avremmo fatto una cosa come questa – ricorda con un po’ di commozione Florindo Caldora, il primo direttore. Mentre l’amministrazione lavora ad un programma di eventi celebrativi, i soci più anziani e i loro figli ricordano i tempi pionieristici della fondazione: “alcuni ci dicevano che era un azzardo, che il contadino non deve sognare, che avremmo rovinato le famiglie. Ma la decisione era presa: in febbraio fu costituita la società, in maggio fu posta la prima pietra e a settembre già pigiavamo le prime uve. Una realizzazione a tempo di record”.
Commenta il presidente Cipolletta: “Dobbiamo esprimere una profonda gratitudine a quel gruppo di agricoltori che seppe spingere il suo sguardo in avanti, oltre l’individualismo, la diffidenza, la paura. Dobbiamo trarne un insegnamento valido anche per il tempo che stiamo vivendo, in cui le cantine sono chiamate nuovamente a superare un momento difficile per la nostra agricoltura, anche attraverso scelte strategiche capaci di guardare oltre l’immediato e oltre il recinto delle proprie abitudini. Colle Moro è oggi un marchio di successo: ma c’è ancora molto da fare e da innovare, per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi sul mercato e garantire così, anche per gli anni a venire, il giusto compenso al lavoro dei contadini. Cercheremo di farlo nel solco della tradizione e lungo la strada segnata dai nostri padri fondatori”.