Il progetto per un sistema di collegamenti con idrovolanti incassa il favore di Comune di Giulianova e Ente Porto

Adri-Seaplanes, il progetto finanziato dall’Europa per sperimentare un sistema di collegamenti veloci con l’utilizzo di idrovolanti, è stato al centro della riunione che si è svolta ieri sera a Giulianova e che ha visto la partecipazione di tutti gli enti coinvolti: Comune, Ente Porto, Capitaneria di Porto e, naturalmente, della Provincia che lo ha promosso e che è ente capofila di un ampio partnerariato europeo: l’Autorità Portuale di Brindisi; la Prefettura di Corfù (Grecia); il Porto di BAR (Montenegro Regione Puglia; l’Assessorato ai Trasporti Autorità Portuale di Pula (Croazia); il Porto di Valona (Albania); il Ministero dei Trasporti del Montenegro ENAC -Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. “Favorevolmente colpito dal progetto” il sindaco di Giulianova, Francesco Mastromauro che ha sottolineato la volontà dell’amministrazione di sostenerlo e di “affiancare la Capitaneria di Porto nella valutazione e nella soluzione di tutti le questioni legate ad eventuali adeguamenti strutturali”. Di “riunione molto utile” ha parlato il presidente dell’Ente Porto, Pierangelo Guidobaldi: “il progetto andava condiviso per verificarne la fattibilità e l’incontro di ieri sera è servito a tutti noi a comprendere meglio passaggi e obiettivi”. All’incontro ha preso parte anche il comandante della Capitaneria di porto, Savero Capezzera e l’assessore al turismo del Comune di Giulianova, Archimede Forcellese; il consigliere provinciale Flaviano Montebello