Operazione ‘Leggenda metropolitana 10’: beni per 4 milioni di euro sequestrati al Bevilacqua di Pescara

11 mesi di indagine serrate, controlli e verifiche. Alla fine, questa mattina l’attacco ad un altro ingente patrimonio che una famiglia di etnia rom aveva messo su a Pescara con soldi frutto di provenienti illeciti, soprattutto usura e spaccio di droga. 4 milioni di euro l’ammontare degli immobili sequestrati alla prime luce dell’alba da uomini della questura e della guardia di finanza di Pescara, 100 in tutto. Sono stati sottoposti a sequestro preventivo 9 unità abitative più due ville, 10 autovetture, di cui cinque appena acquistate, un terreno e conti correnti per 20 mila euro. I beni sono tutti situati a Pescara, per lo più tra via Sacco, via Tavo e via Vespucci e fanno capo ad un unico gruppo familiare, quello che fa capo a Carmine Bevilacqua, che conta in totale 62 persone. Per quattro di loro è stato richiesto l’aggravio della sorveglianza speciale in atto, mentre per altri tre la misura è stata proposta per la prima volta. La normativa applicata per procedere nell’operazione è quella antimafia, che consente di aggredire il patrimonio di quei soggetti che delinquono. All’operazione – ha fatto notare il questore Paolo Passamonti. Diversi sequestri del genere sono stati effettuati in passato per un totale di circa 10 milioni di euro, ma l’operazione di oggi “e’ la piu’ consistente” – ha commentato il questore.