Decreto Milleproroghe, sì del Senato al Parco della Costa Teatina, disinquinamento della discarica di Bussi e misure per L’Aquila e il cratere

Parco della Costa Teatina, disinquinamento della discarica di Bussi e misure per L’Aquila e il cratere. Sono i principali risultati contenuti per l’Abruzzo nel decreto Milleproroghe, approvato oggi in Senato in via definitiva. «Risultati conseguiti grazie alla nostra iniziativa politica e attività parlamentare» sottolinea il senatore abruzzese del Pd Giovanni Legnini, «una conferma delle decisioni già assunte dalle commissioni Bilancio e Affari costituzionali la scorsa settimana. Esprimiamo soddisfazione per questi risultati: quando la politica promuove proposte chiare e condivise i risultati si conseguono».
Per quanto riguarda il Parco, Legnini sottolinea che “dovrà essere istituito entro il 30 settembre 2011 mediante il concerto tra Ministero dell’Ambiente, Regione ed Enti locali interessati. In mancanza il Governo dovrà nominare un Commissario ad acta per provvedere in sostituzione. Le risorse stanziate sono di circa di 500.000 euro all’anno per la gestione”.
Per il disinquinamento della discarica dei veleni di Bussi sono stati stanziati 50 milioni di euro in tre anni. L’attività dovrà essere avviata a partire dal sito industriale al fine di consentirne la ‘reindustrializzazione’. Slitta al 1° novembre il rimborso delle tasse per gli aquilani. “Il problema quindi è solo rinviato ma non risolto in via definitiva – dice Legnini -. Sono state approvate altre misure che consentiranno al Comune de L’Aquila ed ad altri Comuni nuove assunzioni di personale per tre anni, è stata disposta la proroga della cassa integrazione della Finmek ed altre misure di proroghe varie”.