2 giovani arrestati dalla Finanza per spaccio. A Bomba ripulito bancomat con 20mila euro

Due ventenni di Francavilla al Mare, sono stati arrestati dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Chieti per spaccio di stupefacenti, un terzo è stato denunciato. Sequestrati quasi un chilogrammo di hashish, alcune dosi di cocaina, marijuana e pasticche di estasy. I due, S.G. e P.E., sono stati fermati per un controllo mentre erano a bordo di una Nissan Micra ma quando i militari hanno intimato l’alt uno dei due ha gettato dal finestrino una busta al cui interno, una volta recuperata, la Guardia di Finanza ha trovato 600 grammi di hashish, suddivisi in due panetti. Nell’abitazione del primo, durante una perquisizione, la Finanza ha poi trovato oltre 200 grammi di hashish, dosi di cocaina e marijuana e pasticche di ecstasy pronte per essere spacciate. Nell’abitazione di quest’ultimo sono stati trovati anche due bilancini elettronici di precisione. La perquisizione domiciliare a carico di un terzo giovane che si trovava sull’auto, ha permesso di trovare e sequestrare altri 30 grammi di hashish ma i militari hanno escluso il suo coinvolgimento.

A Bomba, la notte scorsa, 3 persone hanno messo a segno un furto in un bancomat della Carichieti. Il bottino si aggira sui 20mila euro il bottino. I malviventi, dopo aver silenziato l’allarme con un prodotto a base di schiuma, hanno aperto la parete d’acciaio del bancomat con una fiamma ossidrica e portato via le cassette che contenevano le banconote da 20 e 50 euro. Il furto è avvenuto intorno all’una di notte nel locale adiacente la banca destinato ai prelievi bancomat, che si trova nella piazza centrale del paese, nel quale si accede da una porta che si apre con la tessera magnetica del bancomat: i ladri hanno impiegato poco più di un quarto d’ora per portare a termine l’operazione, il tempo che i carabinieri di Bomba e la vigilanza privata ‘L’Aquila’ di Ortona, avvertiti da un secondo allarme interno al bancomat, arrivassero sul posto e incrociassero l’Audi A6 con i malviventi in fuga. I carabinieri di Bomba hanno cercato di inseguire i ladri, ma  non ci sono riusciti. L’Audi, con i vetri oscurati, e’ risultata essere stata rubata nel novembre 2010 in provincia di Lecce. I carabinieri di Bomba, che indagano sull’accaduto, escludono la presenza di telecamere di video-sorveglianza nei pressi della banca. Sono intervenuti anche i vigili del Fuoco di Casoli per spegnere un piccolo incendio che si è sviluppato all’interno del locale.