Comunali a Vasto, l’Udc appoggerà Mario Della Porta

Ora è ufficiale. L’Udc appoggerà il candidato sindaco del Pdl alle amministrative del maggio prossimo a Vasto. Lo hanno reso noto i responsabili provinciali del partito di Casini nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Vasto, presente il candidato sindaco, Mario Della Porta. “Le dinamiche politiche territoriali – ha detto Antonio Menna, capogruppo al Consiglio Regionale – sono diverse da quelle nazionali. A Vasto non siamo stati noi a far fallire il terzo polo, perché c’erano candidature autoreferenziali decise un anno e mezzo fa”. Secondo il coordinatore regionale del partito, Enrico Di Giuseppantonio, quella di Della Porta è la scelta più adatta.

A Montesilvano, i consiglieri comunali e gli assessori partito caro a Pier Ferdinando Casini richiamano gli alleati in giunta a una maggiore attenzione verso i problemi della città, anziché assistere all’avvio, con un anno di anticipo, della campagna elettorale per le elezioni amministrative del prossimo anno. Mimmo Di Giacomo, Piero Gabriele, Emilio Di Censo, Rosaria Parlione e Valter Cozzi, assessori e consiglieri dell’Udc,  chiedono a chiare lettere di riaprire subito il dialogo, incentrato sulle questioni che Montesilvano attende vengano risolte fondamentali che attanagliano la città. “Il sindaco annuncia di essere pronto a ricandidarsi – dicono i firmatari del documento -, il Pdl dice la sua, ma non si tiene conto che molte cose sono cambiate in città dall’ultima tornata elettorale ad oggi e probabilmente sarebbe opportuno discuterne prima con la coalizione e poi, soltanto poi, portare la questione all’attenzione della stampa. In questo momento, tra l’altro, le esigenze della città sono decisamente altre. Montesilvano non ha assolutamente bisogno di sapere chi sarà il candidato sindaco alle prossime elezioni. Ha la necessità di avere

risposte, di vedere soluzioni concrete ai problemi, di fronteggiare diverse emergenze. E’ urgente quindi che si apra un confronto, interno al Palazzo di città, per discutere e decidere come uscire da determinate situazioni che riguardano direttamente i residenti. Questo confronto manca da troppo tempo ed è assurdo che ora si pensi ad una scadenza elettorale decisamente lontana nel tempo senza prima affrontare le vere esigenze del Comune e dei cittadini. Semmai ciò non fosse possibile o si dovesse ritenere superflua la presenza dell’Unione di centro nel cammino che rimane da qui alle elezioni, è sufficiente chiarirlo per poi procedere su strade diverse. Non può essere sottaciuto, però, che l’Udc è l’unico partito ad essere rimasto sempre presente in maggioranza in modo leale e sembra anche l’unico partito interessato ai problemi veri, quelli che riguardano da vicino i montesilvanesi”.