La Fiom scrive a Marchionne: “Mantenere l’alleanza Fiat-PSA”

La Fiom Cgil scrive una lettera all’Amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne, con la quale il segretario regionale, Nicola Di Matteo e quello della provincia di Chieti, Marco Di Rocco, chiedono apertamente di proseguire con l’alleanza strategica con i francesi della PSA “ affinché questo progetto possa andare avanti senza intralci fino ed oltre il 2017” nell’interesse dello stabilimento Sevel di Atessa”. Nella missiva, Di Matteo e Di Rocco ricordano a Marchionne che il 18 gennaio scorso “presso la sede nazionale della CGT a Parigi, una delegazione della FIOM CGIL nazionale, Regionale, Provinciale, RSU FIOM CGIL SEVEL e la CGIL Abruzzo, si è incontrata con la delegazione francese nazionale della CGT e della RSU stabilimento SEVEL DUE NORD. Le delegazioni si sono confrontate sulla situazione produttiva degli stabilimenti e, soprattutto, sul futuro industriale degli stessi. Le due delegazioni, preoccupate sul futuro della joint venture tra PSA E FIAT e, soprattutto sulle insistenti voci che tale scadenza sia anticipata al 2014 anziché 2017,  hanno deciso di scrivere ai due amministratori delegati. Questo problema, come lei sa, alla FIOM sta molto a cuore, d’altronde questo sindacato – aggiungono – l’ha ampiamente dimostrato dalla coerenza avuta e   nell’impegno profuso in questi anni  di storia contrattuale dello stabilimento SEVEL, dall’accordo sullo slittamento degli anni 80 fino all’accordo per lo sviluppo SEVEL ( raggiungimento di 300.000 veicoli da produrre) sottoscritto nel2005 . L’A D della PSA ha già risposto con una lettera che alleghiamo alla presente. Dalla stessa si evince la conferma l a continuare l’alleanza con FIAT anche dopo il 2017, mentre, si fa intendere con chiarezza che tutto ciò non lo può disporre per  FIAT”.

Di Matteo e Di Rocco (foto a destra) poi concludono rivolgendosi direttamente all’AD di Fiat: “Dott. Marchionne, pur apprezzando le sue dichiarazioni di questi ultimi giorni sul futuro industriale di questo importante stabilimento del sud d’Italia, tra l’altro, in una Regione martoriata da un terremoto non solo naturale ma anche sociale, ci permetta di insistere nel chiederle di confermare, in una pronta risposta a questa missiva, l’intenzione strategica anche della FIAT di proseguire con l’alleanza con PSA”.