Il comandante interregionale della Divisione ‘Ogaden’ soddisfatto del lavoro dei carabinieri in provincia di Chieti

Il generale di Corpo d’Armata Maurizio Scoppa, comandante interregionale della Divisione ‘Ogaden’, se no torna in Campania soddisfatto. Dalla visita alla Compagnia provinciale di Chieti ha ricevuto dati che confermano come l’Arma operi con efficacia sul territorio. Le cifre parlano chiaro e non si distaccano di molto da quelle che regionali: in netta diminuzione i reati più gravi, così come si registra un calo dei cosiddetti minori, quelli più fastidiosi e che incidono sulla percezione di sicurezza dei cittadini. Percentuali che sono il frutto del lavoro dei carabinieri delle tante stazioni, sul rafforzamento dei servizi di autopattugliamento e, soprattutto, con pattuglie a piedi, grazie alle quali si è costruito un rapporto di vicinanza e di fiducia con la gente. Risultati importanti, che Scoppa, insieme al colonnello Giuseppe Cavallari (foto a destra), comandante del comando provinciale dei Carabinieri di Chieti, pone in evidenza nell’incontro con i giornalisti. “Le statistiche ci confortano anche a livello regionale – aggiunge il generale -. Ho incontrato il sindaco di Chieti, Di Primio, con il quale ho avuto uno scambio di opinioni sulla nostra attività e su quello che le istituzioni possono fare per trovare i punti d’incontro per una proficua collaborazione”.

Scoppa ha parlato delle future strategie, che mirano a una migliore organizzazione: gli uomini a disposizione sono sufficienti per procedere nel tempo a una distribuzione razionalmente per assicurare, per ogni stazione, i numeri per assicurare una costante presenza delle forze di polizia sul territorio.