Pescara, tre arresti nelle ultime ore in città

Tre persone sono state arrestate, in distinte operazioni, dalla Polizia di Pescara, in esecuzione di ordini di carcerazione emessi per vari reati, tra cui violenza su minori, rapina aggravata e violazioni al Testo unico sulla droga. In particolare, la Polizia Ferroviaria ha arrestato un 42enne originario della Lituania, B. P., nei cui confronti pendeva un mandato di arresto europeo. L’uomo, responsabile di violenza nei confronti di una minore e di rapina aggravata, è stato trovato all’interno di un casello ferroviario dismesso. Assieme a lui c’erano due immigrati irregolari, sottoposti ora a procedimento di espulsione. La Polfer, inoltre, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Pescara, ha arrestato un 31enne, G. R., trovato nei locali vuoti della Stazione centrale. È stata invece la Squadra mobile ad arrestare un albanese di 28 anni, Ergust Bubeoi, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Trieste. Il giovane, rintracciato a Montesilvano, è accusato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope. Rinchiuso nel carcere di Pescara, dovrà scontare una pena di cinque anni di reclusione. Il personale della Squadra volante del capoluogo adriatico, infine, indaga su uno scippo avvenuto ieri sera nel centro di Pescara. Un uomo ha strappato la borsetta dalla spalla di una settantenne che passeggiava con il marito. La borsa, in cui c’erano solo cinque euro e dei documenti personali, è stata ritrovata vuota dagli agenti.