Lite davanti all’ospedale, sei fermi. Esploso un colpo di pistola che ha ferito il pugile avezzanese Di Berardino

Non è in pericolo di vita il pugile avezzanese Ivan Di Berardino, rimasto ferito questa mattina all’alba in una sparatoria davanti al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano. Il giovane è stato raggiunto da un colpo di rivoltella all’addome. Non individuato, finora, il responsabile, ma si è appreso che gli agenti del locale Commissariato che sono stati posti in stato di fermo sei persone che, in questo momento, vengono interrogate. Secondo gli investigatori i sei, a vario titolo, potrebbero avere avuto un ruolo nelle fasi precedenti e successive all’esplosione del colpo d’arma da fuoco. Dal Commissariato è stato confermato che sono al vaglio le singole posizioni. Escluso, invece, che a sparare possa essere stata la guardia giurata che si trovava nell’atrio al momento del fatto, oppure gli agenti intervenuti successivamente.