Tre punti d’oro della Virtus con il Siracusa

Che sarebbe stata una gara decisiva per la stagione del Lanciano, lo si era detto in mille modi sin da prima del fischio d’inizio della partita con il Siracusa. In 90 minuti si sarebbe dovuto dare un senso alla stagione preparata dai Maio l’estate scorsa e perfezionata nel mercato di riparazione, in gennaio, e sul campo la Virtus non ha deluso. Fondamentale era vincere, conquistare i tre punti, superare in classifica i siciliani e riproporsi nella zona play-off. Obiettivi tutti centrati dalla formazione di casa al terzo risultato utile consecutivo, grazie a una prestazione fatta di determinazione e tanta corsa da parte dei rossoneri. Certo, è mancato il bel gioco, ma in questa fase del torneo, con l’assillo di badare più alla concretezza che all’estetica, non si poteva pretendere di più. La Virtus parte con il 3-4-3, mentre dall’altra parte Ugolotti propone i suoi con 4-3-2-1. S’inizia a ritmi lenti, con fasi di fraseggi soprattutto a centro campo. Camplone però è costretto da subito a rivedere i suoi piani: Mammarella (risentimento muscolare) è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, così il tecnico manda in campo D’Aversa e torna al 4-3-3. Il tempo di assestare la squadra, che arriva il gol dei padroni di casa. E’ proprio il nuovo entrato a battere una punizione e a far pervenire un bel pallone a Titone, che di testa insacca. Il Siracusa accusa il colpo, sale il nervosismo, e al 41’ Mancosu, per fallo su Titone, lascia il campo.

Nella ripresa la gara prosegue come nei primi 45’, con il Lanciano impegnato a  controllare e i siciliani, in 10, che cercano di organizzare qualche azione capace di portare pericoli sotto porta. La partita propone fasi di gioco confuse, segno evidente dell’importanza del risultato. Il Lanciano ci prova ancora con Turchi, Di Gennaro e Zeytulaev, lasciando il finale al Siracusa, ma la difesa del Lanciano, che nelle ultime giornate sembra essersi assestata, ha fatto buona guardia.

Prima Divisione 27ma Giornata– Barletta-Taranto 0-0; Benevento-Pisa 21.3 h 14:30; Foggia-Atletico Roma 3-1; Foligno-Cosenza 0-0; Juve Stabia-Andria 3-1; Lucchese-Cavese 1-0; Nocerina-Ternana 1-0; Viareggio-Gela 1-1; Virtus Lanciano-Siracusa 1-0, 31‘pt.Titone (VL).

Classifica – Nocerina 62; Benevento 46; Juve Stabia 45; Atletico Roma 43;  Taranto 42; Foggia (-2) 41; Lanciano 39; Siracusa 38; Lucchese 37; Pisa, Gela 29; Andria, Ternana (-1), Cosenza 28; Viareggio, Foligno (-1), Barletta 27; Cavese 20 (-7). Cavese, Barletta, Benevento e Pisa una gara in meno

Interregionale – Girone F -32ma Giornata: A. Trivento-Forlì 3-0; Bojano-Sambenedettese 1-3; Jesina-Civitanovese 2-0; Miglianico-Rimini 1-1, De Leonardis (M), Evangelisti rig. (R);  Agnonese-Teramo 1-1, Salvatore (OA),  Arcamone (T); Recanatese-Venafro 0-1; Real Rimini-Atessa VS 0-1, Lescano (AVS); R.C. Angolana-Fossombrone 4-3, Fuschi (RCA), D’Alessandro (RCA) 2g,  Mozzini (F), Cammarata, (RCA), Fiori (F) , Antonelli (F),  Cammarata (RCA); Santarcangelo-Cesenatico 3-0; Santegidiese-Luco Canistro 1-3, Masini (LC),  Bucchi (S), Marangon (LC), Berardi (LC)

Classifica – Santarcangelo 62; Teramo 60; Rimini 59; Jesina 54; Forlì 52; Real Rimini 51; R.C. Angolana 50; Santegidiedese 48 (-1); Trivento 47; Civitanovese 44; Sambenedettese 43; Recanatese, Luco Canistro 42; Atessa VdS 41; Agnonese 39; Venafro 38; Miglianico 31; Cesenatico 25; Fossombrone 22; Bojano 9.

Eccellenza – 30ma Giornata – Alba Adriatica-Pineto 1-0; Montesilvan-Francavilla 2-2; Montorio-Angizia Luco 3-0; Mosciano-Casalincontrada 0-0; Rosetana-Guardiagrele 1-0; San Nicolò-Cologna Paese 4-1; Scalo-Morro d’Oro 1-1; Spal Lanciano-Martinsicuro 1-0; Cupello-Castel di Sangro 0-2

Classifica – San Nicolò 69; Mosciano, Alba Adriatica 61; Francavilla 47; Cologna Paese 45; Martinsicuro 44; Castel di Sangro 43; Pineto, Montesilvano, Rosetana 40; Montorio 38; Spal Lanciano, Guardiagrele 37; Casalincontrada 35; Sporting Scalo 24; Virtus Cupello,  Angizia Luco 23; Morro d’Oro 20.