L’inchiesta autovelox non riguarda Canosa Sannita

L’indagine della Guardia di Finanza di Brescia sugli autovelox gestiti da una ditta di Desenzano sul Garda, di cui si sono occupati nei giorni scorsi gli organi di informazione, ha interessato anche il Comune di Canosa Sannita, ma per fatti che si riferiscono a ben 19 anni fa. E’ quanto sottolinea l’attuale Amministrazione comunale (eletta nel 2009) per fare chiarezza sulle notizie circolate a proposito della vicenda. Nel 1992 il Comune affidò l’appalto per la fornitura dell’autovelox alla ditta di Desenzano, senza essere a conoscenza delle possibili irregolarità dell’apparecchiatura. Fino a oggi nessun addebito risulta contestato al Comune o agli amministratori e funzionari dell’epoca. Va inoltre evidenziato che dal 2001 il Comune di Canosa Sannita fa parte dell’Unione dei Comuni della Marrucina, che tramite la Polizia locale gestisce il servizio autovelox con apparecchiature omologate e a norma di legge.