Voto unanime del consiglio provinciale d Pescara su scuse di Borghezio all’Abruzzo

Il Consiglio provinciale di Pescara ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Pd, Antonio Di Marco, con la quale si impegnano il presidente della Provincia, Guerino Testa, e il presidente del Consiglio provinciale, Giorgio De Luca, a intervenire nei confronti dell’eurodeputato della Lega Nord, Mario Borghezio, affinchè chieda formalmente scusa all’Abruzzo e, quindi, alla provincia di Pescara, per le offese elargite gratuitamente nei confronti di una popolazione già così duramente provata dal terremoto. “L’eurodeputato leghista, Mario Borghezio – ha ricordato Di Marco – al programma tv in onda su You Tube, KlausCondicio, aveva pesantemente offeso la popolazione abruzzese, dichiarando tra l’altro che ‘questa parte del Paese non cambia mai, l’Abruzzo è un peso morto per noi come tutto il Sud’ e che ‘il comportamento di molte parti delle zone terremotate dell’Abruzzo è stato singolare, abbiamo assistito per mesi a lamentele e sceneggiate, eccezioni ci sono dappertutto, ma complessivamente è stata un pò una riedizione rivista e corretta dell’Irpinia. Borghezio – aggiunge Di Marco – ha poi parzialmente ritrattato queste sue dichiarazioni ma, evidentemente, tutto il Consiglio ha concordato come me sul fatto che bisogna ripristinare con orgoglio il ruolo strategico da sempre svolto dalla nostra regione, dal dopoguerra ad oggi, segnatamente con il contributo offerto dai grandi uomini politici abruzzesi, quali, fra gli altri, Spataro, Spaventa e Gaspari. L’Abruzzo non può subire passivamente le follie ideologiche di Borghezio e del suo partito d’appartenenza: nei 150 anni dell’Unità d’Italia è bene rammentare che l’Italia è una sola, come ci ha ricordato anche il Presidente della Repubblica”.