Tenaglia (PD): “Alfano volta le spalle ai problemi del tribunale di Pescara”

“Il Ministro Alfano abbandona il Tribunale di Pescara al suo destino. La risposta alla mia interrogazione è insoddisfacente: non vi è alcun impegno ad attivarsi presso il Csm per istituire le  tabelle infradistrettuali con altri Tribunali limitrofi che consentirebbero di utilizzare immediatamente un maggior numero di magistrati”. Lo afferma il deputato abruzzese del Partito Democratico Lanfranco Tenaglia. “Il Ministro non ha in alcun modo risposto sulla gravissima carenza di organico del personale amministrativo – dice Tenaglia – della quale è direttamente responsabile. Mentre è del tutto generico l’impegno a tener conto della situazione del Tribunale di Pescara al momento della distribuzione dell’aumento di organico di 42 posti di magistrati. Occorre pretendere che almeno due di quei posti siano destinati a Pescara. La battaglia per sostenere le esigenze della giustizia a Pescara deve, per raggiungere questi obiettivi, continuare in tutte le sedi. Sarà mia cura nei prossimi giorni – annuncia il parlamentare Pd – investire il Csm della questione affinché venga aperta una pratica avente ad oggetto la situazione di carenza dell’organico dei magistrati a Pescara, e venga coperto al più presto il posto messo a concorso con il trasferimento di un magistrato da altra sede”.