Basket, Roberto Rullo saluta Teramo

Dopo soli sette mesi di servizio con la canotta bianco-rossa, il giovane playmaker Roberto Rullo lascia la Banca Tercas Teramo per accasarsi alla Veroli Basket, compagine che milita nel campionato di LegaDue.

Il giocatore, originario di Lanciano, è stato accolto dalle entusiaste parole del General Manager della sua nuova squadra, Ferencz Bartocci, che lo ha definito un “atleta che va ad arricchire il patrimonio degli under. Un giocatore dalla grande esperienza nonostante l’età che ha scelto Veroli perché crede molto nel nostro progetto societario e tecnico”.

“Veroli ha investito su di lui” continua il dirigente,  “firmandolo per due anni e mezzo come il ragazzo ha investito su un suo futuro a Veroli. E’ stata una trattativa durata un paio di settimane e alla fine si è concretizzata nel modo migliore. Siamo davvero contenti di aver preso un giocatore così che si è subito presentato con lo spirito giusto”.

Rullo sarà a disposizione del suo nuovo coach a partire dalla prossima gara di campionato, domenica 3 aprile a San Severo.

Masci presenta  la “Endurance Cup 2011”

Saranno i percorsi naturali di Vittorito, tra le colline dell’Aquilano, ad ospitare il 15, 16 e 17 aprile prossimi le qualifiche per i campionati europei e mondiali di endurance, gare ippiche di lunga durata. La “Endurance Cup 2011″è stata presentata in conferenza stampa a Pescara, nella sede della Regione, dall’assessore allo Sport Carlo Masci. Al suo fianco il sindaco di Vittorito, Carmine Presutti, e la campionessa italiana di carica di endurance, Chiara Marrana, che è proprio originaria di Vittorito e, quindi, giochera’ in casa. “Questo evento – ha spiegato l’assessore Masci – è una grande occasione per pubblicizzare i meravigliosi paesaggi dell’Abruzzo, le sue aree incontaminate. Un’opportunità per fare conoscere la ricchezza ambientale della nostra terra. Perciò sarà un momento di sport, ma anche di promozione della regione che, grazie alle sue condizioni naturalistiche, può vantare l’ippovia migliore d’Italia”. A corredo delle qualifiche europee e mondiali, nella circostanza si svolgera’ anche la prima tappa del campionato regionale. Le gare di endurcance, come ha spiegato la campionessa Chiara Marrana, durano praticamente l’intera giornata. I cavalli devono percorrere 160 chilometri e ogni 30 vengono fermati e sottoposti a visita mediche dove sono valutate le fasi metaboliche e, soprattutto, la frequenza cardiaca. In base al tempo necessario per rientrare nel limite di 64 battiti al minuto si calcola il periodo di fermo. Più il cavallo è stanco, più dura la sosta forzata e meno sono le possibilità di vittoria. La bravura dei fantini sta nel governare il cavallo e portarlo al traguardo facendolo affaticare il meno possibile.