Amministrative, Gasparri: “Modello Lanciano da esportare a livello nazionale”

Parla di problemi di carattere nazionale il capogruppo dei senatori del PdL, Maurizio Gaparri, nella tappa di Lanciano del suo tour elettorale in Abruzzo. Nella sede del candidato sindaco del centro destra Ermando Bozza, davanti a candidati consiglieri comunali e amministratori arrivati dai centri limitrofi, Gasparri torna sul disegno di legge del processo breve. E con energia difende la scelta del PdL. Sottolinea come ci sia strumentalizzazione sulle vicende processuali legate ai crolli avvenuti a L’Aquila il 6 aprile del 2009. “Menzogne – le definisce -. I tempi di prescrizione per alcuni reati gravissimi come quello di omicidio plurimo colposo sono addirittura di decenni. Mi auguro che la magistratura individui i colpevoli e li punisca molto prima. Sarebbe triste vedere un’impunità garantita dalla incapacità di praticare la giustizia nell’arco dei decenni che sono a disposizione della magistratura. Non si dia un’informazione distorta. Il ministro Alfano in Parlamento ha risposto in maniera precisa e puntuale indicando quanto sia ampio il tempo per accertare la responsabilità. Mi auguro che la magistratura non lasci trascorrere tutto quel tempo per accertare quelle responsabilità – ha concluso – sarebbe un motivo di sgomento vedere arrivare delle condanne tra 20 anni”. Parlando delle prossime comunali, Gasparri ha sottolineato il ‘modello Lanciano’. “La larga coalizione che viene proposta all’elettorato rappresenta una ricchezza per il territorio e Bozza è senza dubbio espressione di questa coesione. Sarebbe importante riuscire a tanto anche a livello nazionale”.

Ma nel PdL frentano il clima si è fatto caldo nelle ultime ore. Non è passata inosservata stamattina, in occasione della inaugurazione della 50ma edizione della Fiera dell’Agricoltura, l’assenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Mauro Febbo. I bene infornati riferiscono che vi sia stata una levata di scudi nei confronti del coordinatore provinciale, che avrebbe chiesto di inserire un proprio candidato in una delle liste che appoggiano Bozza.

A Roseto, La Destra e la Lega Nord Abruzzo hanno presentato le loro liste a sostegno del candidato sindaco del centro destra Enio Pavone.

Ancora poche ore per conoscere tutti le liste in competizione per i prossimi 15 e 16 maggio. Domani, infatti, entro le ore 12, è fissato il termine ultimo per la loro presentazione. In alcuni centri, come Casoli, si aspetta di conoscere se oltre ai due candidati a sindaco per gli schieramenti di centro destra e sinistra, il primo cittadino uscente Sergio De Luca (PD) e lo sfidante Elio Tilli (PdL) potrebbe esserci una terza lista, dell’Udc, con un proprio candidato alla poltrona di primo cittadino. A Rocca San Giovanni, la sfida dovrebbe invece riguardare Gianni Di Rito, con una lista civica di centro destra e Emilio Pio Caravaggio, che sarà appoggiato dal centro sinistra. A Lama dei Peligni, il centro sinistra propone Antonino Amorosi, mentre solo nelle prossime ore si conoscerà ilnome dello sfidante. A Fara San Martino, Carlo De Vitis centro sinistra, contro Giuseppe Di Rocco, centro destra, vice sindaco e assessore all’ambiente nella giunta di Antonio Tavani.