Due operai perdono la vita in un cantiere edile a Lanciano

Un operaio di origine ucraina e un altro proveniente dall’Albania, sono morti questo pomeriggio in un cantiere edile alle porte di Lanciano, mentre un altro è rimasto gravemente ferito. I due, Yaroslav Iankinechi, 34 anni, cittadino ucraino residente ad Altino e Metushi Grobaz, 41 anni, cittadino albanese residente ad Casoli,da diversi anni in Italia, lavoravano come operai per la ditta Legnotec srl di Casoli. Al momento non si conoscono molti particolari. L’incidente sarebbe avvenuto durante le operazioni di spostamento di un grande pannello di legno massello, che avrebbe dovuto comporre una parete della nuova costruzione in località Re di Coppe, a qualche centinaio di metri di distanza dall’area fieristica di Lanciano. Qualcosa però non ha funzionato: forse l’imbragaggio che assicurava la parete a una gru non è stato corretto, forse una manovra frettolosa, fatto sta che i due sono finiti sotto la parete. Uno di loro è morto sul colpo, l’altro, invece, durante il trasporto in ospedale. Non si hanno invece particolari sul ferito. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, i Vigili Urbani e il 118.