A Silvi i privati adottato le aree verdi

A Silvi sarà possibile adottare le aree verdi, le aiuole e le rotonde cittadine. Si tratta di un’iniziativa dell’Amministrazione Comunale per sensibilizzare i cittadini alla cura del verde pubblico e, contemporaneamente, avviare un programma di riqualificazione urbana ed ambientale globale coinvolgendo cittadini e imprese commerciali che potranno adottare un’area comunale a verde e riqualificarla nel miglior modo possibile ed in cambio pubblicizzare la sua attività. La decisione è stata presa con un atto della Giunta Comunale, su proposta dell’assessore al turismo Anna Paola Mazzone che ha voluto coinvolgere le tante realtà imprenditoriali che hanno mostrato il loro interesse all’iniziativa. L’obiettivo è migliorare, attraverso la “sponsorizzazione“, la manutenzione delle numerose aree verdi (comprese le rotonde stradali), presenti sull’intero territorio comunale. Gli interessati all’iniziativa, potranno far richiesta di affidamento, assumendosi gli oneri della manutenzione e dell’abbellimento delle aiuole. Chi “adotterà l’aiuola” potrà pubblicizzare la sua adozione, piantando uno o più cartelli informativi (a seconda delle dimensioni dell’area). Nei cartelli saranno presenti il logo del Comune e della ditta che si farà carico della manutenzione, oltre alla dicitura “Il verde di questa aiuola è curato dalla ditta X”. In questo modo la sponsorizzazione permetterà di creare e mantenere il verde, migliorandone l’aspetto e soprattutto assicurandone la cura e la custodia, offrendo una buona visibilità allo sponsor. Molte aziende hanno già esplicitato il loro interesse e sono interessate a partecipare all’iniziativa. L’amministrazione comunale intende offrire un premio all’impegno e all’opera dei partecipanti. Il sindaco Gaetano Vallescura ha dichiarato che “questa ottima iniziativa intende principalmente sensibilizzare e coinvolgere il cittadino alla cura e al decoro della propria città dando il proprio contribuito non solo materiale ma anche di idee e nuove soluzioni. E’ chiaro che daremo dei riconoscimenti per i lavori svolti magari premiando le opere più belle o chi riesce a realizzare un’idea nuova e innovativa. Sono certo che l’iniziativa avrà tante adesioni e sono già in molti a voler partecipare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *