Anziana uccisa in casa ad Ortona durante una rapina

Il cadavere di una donna di di 85 anni, Concetta La Farciola, è stato trovato nella sua abitazione da un uomo che all’arrivo dei carabinieri si è barricato in casa dell’anziana, minacciando di far saltare in aria l’abitazione con il gas. I carabinieri però sono riusciti a entrare nell’appartamento e ad arrestare l’uomo, un romeno di 30 anni, con l’accusa di omicidio, rapina, minacce, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Al momento del suo ingresso nell’abitazione, con l’anziana vi erano anche il figlio e la nuora, anch’essa romena; i due, però, secondo quanto si è appreso, sarebbero fuggiti presi dal panico. Nella conferenza stampa svoltasi presso la Compagnia dei Carabinieri di Ortona, sono stati forniti i particolari dell’omicidio. Il romeno Paul Nicolae Tenoseanu, di 39 anni, aiutava nel lavori dei campi la famiglia della vittima. Ieri sera, intorno alle 20, è entrato in casa della La Farciola, vedova, pensionata, allettata che viveva alla periferia di Ortona assieme al figlio e alla nuora, anch’essa romena. È stata proprio quest’ultima, tornata dal lavoro nei campi, a trovarsi di fronte Tenoseanu, armato di coltelli e in stato di ebbrezza. Prima che l’uomo si barricasse in casa, la donna è riuscita a portargli via una delle armi da taglio e poi, assieme al marito, ha chiesto l’intervento dei carabinieri. Una volta sul posto i militari hanno provato a far desistere il romeno che nel frattempo aveva saturato di gas l’abitazione e aveva acceso una candela. A un certo punto i carabinieri hanno deciso di entrare e l’uomo, allora, è saltato da un balcone al primo piano, ha raggiunto il garage e ha tentato di fuggire a bordo di un’Alfa 75, ma è stato bloccato dopo una violenta colluttazione con i carabinieri, ferendone due. Gli investigatori stanno cercando di comprendere il movente dell’omicidio: sembra che tra il romeno e i familiari della vittima non ci fossero mai stati problemi di alcun genere. Anzi, il romeno viveva in un’abitazione di Ortona messagli a disposizione proprio dai familiari dell’anziana. Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Lucia Campo, che coordina l’inchiesta, ha disposto l’autopsia sul corpo dell’anziana donna; l’esame autoptico verrà eseguito probabilmente lunedì. I carabinieri, coordinati dal capitano Gianfilippo Manconi, hanno sequestrato tre coltelli e gli indumenti dell’omicida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *