La Regione Abruzzo festeggia Remo Gaspari

“Chiedo alla classe politica abruzzese di lavorare unita per avviare le riforme ed affrontare con determinazione le attuali difficoltà economiche”.

È l’appello lanciato dall’On. Remo Gaspari ai consiglieri regionali presenti nell’aula nel corso della cerimonia di conferimento della Medaglia Aprutium, l’alta onorificenza che l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale assegna alle personalità che hanno contribuito alla crescita economica, sociale e culturale dell’Abruzzo. Il riconoscimento è stato assegnato a Gaspari, in occasione del suo 90mo compleanno, per “aver contribuito in maniera determinante con il suo impegno civile e politico alla crescita sociale ed economica dell’Abruzzo”. Alla cerimonia, hanno partecipato sindaci, amministratori e parlamentari della regione.

“Non sono stato io a sostenere la crescita dell’Abruzzo – osserva l’ex leader della Dc – bensì sono stati gli abruzzesi che hanno saputo credere nelle loro possibilità. Collaborate e coltivate questa regione – ha aggiunto Gaspari rivolgendosi ai consiglieri regionali – solo così l’Abruzzo potrà tornare a crescere e potrà continuare a correre sulla strada dello sviluppo economico”.

“Ho sempre considerato l’On Remo Gaspari, sin da quando ho iniziato la mia carriera politica, un amministratore poliedrico, un politico amato dai cittadini, e allo stesso tempo, l’uomo-politico che in assoluto è riuscito nei suoi anni d’attività a cambiare la storia e le sorti dell’Abruzzo e a realizzare infrastrutture importanti come nessun altro sia riuscito a fare – ha esordito il Presidente Nazario Pagano, il quale ha poi richiamato le forze politiche a lavorare uniti per affrontare insieme le sfide quotidiane. “La classe dirigente contemporanea non è solo quella politica o quella che esce fuori dalle urne; essa è composta da tutti. Abbiamo il dovere morale di lavorare insieme e senza divisioni; è necessario stipulare un patto di coesione regionale di cui c’è bisogno per affrontare le difficili prove che sono all’ordine del giorno. Diamo vita ad un percorso comune basato sul confronto e sul dialogo, su regole certe, meritocrazia ed onestà. Oggi l’Abruzzo si trova ad un incrocio pericoloso: evitiamo di fallire, evitiamo contrapposizioni, scegliamo la strada dell’unità politica e sociale. Apriamo insieme a una nuova fase, partendo dall’eredità che il Ministro Remo Gaspari  – conclude Pagano – ci ha lasciato con la sua encomiabile attività politica”.

Tra i messaggi inviati al Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, per la cerimonia di consegna della Medaglia Apritium al Ministro Remo Gaspari, c’è anche quello del sindaco di Bormio, Giuseppe Occhi. “Colgo l’occasione per pregarla  di  porgere all’ On. Remo Gaspari, unitamente ai più fervidi auguri, il mio  ringraziamento e quello della cittadinanza di Bormio per l’opera svolta  in favore della Valtellina e del nostro comune  dall’allora Ministro”, ha scritto nella lettera il sindaco Giuseppe Occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *