Gemellaggio tra le città di Pescara e L’Aquila

Contiene quattro punti “istituzionali” il documento che darà vita, entro il 2011, al gemellaggio ufficiale tra le Città dell’Aquila e Pescara, al fine di cancellare definitivamente le divaricazioni del passato e promuova lo sviluppo culturale ed economico della Regione Abruzzo.

Ecco i quattro punti del documento: a) il rafforzamento dei vincoli di amicizia e vicinanza tra le due municipalità, mediante l’istituzione d’una giornata dedicata, da tenersi annualmente, alternativamente all’Aquila e a Pescara; b) l’adozione di iniziative volte alla promozione integrata dei rispettivi territori, nella logica di una rappresentazione unitaria dell’Abruzzo, nelle sue articolazioni montana e costiera, con il coinvolgimento altresì di tutte le altre comunità abruzzesi; c) la realizzazione di progetti  che mettano in rete le peculiarità culturali, scientifiche, turistiche dei due comprensori, con l’obiettivo di alzare il livello dell’offerta dell’intero sistema regionale, nella consapevolezza che il contesto economico e sociale, nazionale ed europeo, e le criticità in atto, imporranno – ancora molti anni – scelte coraggiose e lungimiranti, che nel caso di una regione piccola come l’Abruzzo partono dal presupposto irrinunciabile d’una forte e convinta coesione tra gli enti locali e le entità funzionali che ne amministrano la politica e le scelte economiche; d) il potenziamento e lo sviluppo del sistema infrastrutturale al fine di completare il collegamento strategico Tirreno-Adriatico, elemento fondamentale del futuro della nostra regione”.

Il documento è stato sottoscritto dai sindaci dell’Aquila e di Pescara, Massimo Cialente e Luigi Albore Mascia, dal Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, e dal Vice Presidente Vicario del Consiglio regionale Giorgio De Matteis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *