Ancora 20 mesi per il completamento della Fondovalle Sangro: 10 milioni di euro stanziati per la variante di Quadri

La Variante all’abitato di Quadri della Fondo Valle Sangro sarà completata nei prossimi 20 mesi, grazie al reperimento dei fondi necessari, oltre 10 milioni di euro: la Prefettura di Chieti  e il Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio si sono impegnati a sollecitare l’Anas affinchè la perizia di completamento venga validata ed approvata nella prima seduta utile del Consiglio di amministrazione dell’Anas che si riunirà subito dopo le ferie estive. Lo rende noto il presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio all’esito della Conferenza dei Servizi che si è svolta presso la Prefettura di Chieti e dell’incontro che lo stesso Di Giuseppantonio ha avuto con il direttore generale tecnico nazionale dell’Anas, Gavino Corazza.

Alla Conferenza dei servizi, presieduta dal Vice Prefetto Domenica Calabrese, hanno preso parte il Sindaco di Quadri Saverio Calabrese, il Capo compartimento Anas dell’Abruzzo Lelio Russo e il Sostituto Commissario della Polizia Stradale Mario Di Palma.

Alla luce di ciò, dall’anno prossimo il traffico pensante in transito sulla Fondo Valle Sangro durante l’estate verrà deviato in determinate fasce orarie all’altezza dell’abitato di Quadri, in corrispondenza della Trignina. Inoltre nel centro abitato di Quadri sarà realizzato un tappeto di asfalto fonoassorbente che ridurrà quasi del tutto l’inquinamento acustico prodotto dal traffico veicolare. “Credo sia stato centrato un duplice, importante risultato per quella parte di territorio della nostra provincia – commenta il Presidente Di Giuseppantonio -. Da un lato si completerà un’opera strategica come la Variante all’abitato di Quadri, consentendo così a quella comunità di non vivere più sotto l’assedio e il condizionamento del traffico. Dall’altro viene salvaguardato l’interesse della Sevel, la più grande industria abruzzese con i suoi seimila dipendenti e di tutte le industrie che operano in Val di Sangro, a poter disporre di una viabilità all’altezza di quanto oggi richiedono le esigenze di mobilità e di traffico delle merci. Possiamo dire che si è trovato il punto di congiunzione  e di opportuno equilibrio fra le esigenze del Comune di Quadri e quelle delle industrie della Val di Sangro. Naturalmente – conclude il Presidente Di Giuseppantonio – la Provincia di Chieti vigilerà sul rispetto dei tempi e sull’andamento delle procedure che conducono alla realizzazione dell’attesa Variante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *