A L’Aquila consegna delle onorificenze di “Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo”. L’Associazione Abruzzesi del Trentino Alto Adige in Brasile

E’ convocata per domani mattina, alle ore 11, presso la sala “Corradino D’Ascanio” della sede di Pescara del Consiglio regionale dell’Abruzzo, in Piazza Unione, una conferenza stampa per la consegna delle onorificenze di “Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo”. L’iniziativa rientra nel programma delle celebrazioni della “Giornata degli Abruzzesi nel mondo”, istituita con legge regionale 4 del 21 febbraio 2011 (legge-R.Chiavaroli). Il riconoscimento istituzionale del Consiglio regionale e’ attribuito a quelle persone di origine abruzzese che, per meriti accademici, culturali, politici, sociali o professionali, si siano distinte nei Paesi stranieri, o nelle Regioni italiane diverse dall’Abruzzo, in cui sono emigrate in passato o dove attualmente vivono stabilmente. I riconoscimenti saranno consegnati agli emigranti Carmela Remigio (soprano di livello internazionale); Armando Traini (Presidente Sodalizio Abruzzese e Molisano di Padova); Tony Fini (imprenditore di successo in Australia); Prof. Alberto di Giovanni (Direttore del Centro Scuola presso il Columbus Centre di Toronto). Parteciperanno il Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, i componenti del Cram, e i consiglieri regionali.

Una Delegazione della “Libera Associazione Abruzzesi del Trentino Alto Adige”, presieduta da Sergio Paolo Sciullo della Rocca, nel quadro delle attività culturali, ha organizzato un viaggio in Brasile sulle orme dei pionieri italiani, in particolare abruzzesi, trentini e tirolesi. La Delegazione ha raggiunto Rio de Janeiro, San Paolo e Porto Alegre dove è stata accolta dalla presidente dell’Associazione Abruzzese del Rio Grande do Sol Teresina Mammarella Dahmer e dalla rappresentante della comunità abruzzese d’Atelata Maria Cristina Liberatore Prando e da numerosi giovani con un entusiasmo senza eguali. La delegazione abruzzese trentina, coordinata da Salvatore Di Cesare è stata accompagnata da Ari Salomao Thomaz discendente della famiglia trentina Girardi Carestia di Fornace a visitare i luoghi dei pionieri iniziando dalla città di Porto Alegre e dal suo porto, dove giungevano le navi dell’emigrazione italiana, la valle trentina, San Leopoldo, Nuova Milano, Teutonica, Nuova Amburgo, la Madonna del Pedancino, Garibaldi e Caxias do Sul dove in particolare la delegazione si è fermata ad ammirare la targa che ricorda l’emigrazione Tirolese, la fiera dell’uva, il monumento a Naneto Pipetta, il museo e il monumento dedicato agli Emigranti Italiani..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *