Treno dei pendolari per Roma, trovata una soluzione

Individuata una soluzione per i problemi dei pendolari marsicani derivanti dalla soppressione del treno 24053 decisa da Rfi. L’assicurazione giunge dall’assessore regionale ai Trasporti, Giandonato Morra. “Entro il prossimo 11 settembre abbiamo avuto certezze da Trenitalia Abruzzo sulla riattivazione di questo treno dei pendolari. Nel frattempo – ha continuato l’assessore -, ma solo per qualche giorno, è stato previsto l’utilizzo di pullman sostitutivi che copriranno la tratta Avezzano-Carsoli. Per cui, non saranno affatto penalizzate nè le esigenze del pendolarismo lavorativo nè quelle del pendolarismo studentesco». «In relazione poi alle criticità connesse all’impraticabilità della stazione Tiburtina, circostanza che ha costretto diversi treni provenienti dall’Abruzzo ad allocarsi nella stazione di arrivo di Roma Prenestina, è stata già disposta – ha proseguito Morra – la ricollocazione di alcune linee nella stazione Termini. In ogni caso – ha concluso – in attesa che finisca la situazione di emergenza, si sta continuando a lavorare per ampliare il ventaglio dei treni abruzzesi che possano fermarsi alla stazione di Roma Termini per cercare di limitare al minimo i disagi dei viaggiatori abruzzesi”. Tutte le variazioni di orario dei treni, ha assicurato infine Morra, sono temporanee e legate all’attuale fase di emergenza, superata la quale, sarà ripristinato l’orario ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *