Carugno (PSI): “Il Governo ha presentato l’emendamento taglia tribunalini”. A Lanciano mobilatazione di avvocati e politici

Addio ai tribunalini. Il Governo, ha posto un primo emendamento del Governo, depositato in Commissione Bilancio del Senato, a firma del ministro della Giustizia, Nitto Palma, per la “riorganizzare la distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari al fine di realizzare risparmi di spesa e incremento di efficienza”.“Nel provvedimento si fa largo la norma per la riorganizzazione degli uffici giudiziari territoriali, i cosiddetti “tribunalini”. Il governo – si legge – è delegato ad emanare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi per riorganizzare la distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari al fine di realizzare risparmi di spesa e incremento di efficienza”. Si punta così a “garantire che, all’esito degli interventi di riorganizzazione, ciascun distretto di corte d’appello, incluse le sue sezioni distaccate, comprenda non meno di 3 degli attuali tribunali con relative procure della Repubblica”.

“Avevamo evidentemente ragione quando già dal 18 agosto denunciammo, nello scetticismo generale, che era in atto questo disegno – afferma il segretario regionale del PSI, Massimo Carugno -. Non ritorniamo su quanto già detto in ordine alla inopportunità della iniziativa. Non meno di tre Tribunali per distretto di Corte d’Appello vuol dire che degli 8 abruzzesi ne salteranno parecchi ma non tutti. E in questa logica “del chi sì e chi no” è evidente che si scatenerà una lotta fratricida tra le varie realtà abruzzesi che porterà solo destabilizzazione e pericolosa e dannosa perdita di coesione e solidarietà tra le comunità quanto mai necessaria, invece, in un periodo di generale crisi economica come quella che stiamo vivendo in Abruzzo. In Abruzzo di tutto avevamo bisogno tranne che di una situazione come questa. Una cosa è certa: l’On Scelli, che in una intervista sul tema aveva parlato di fantasie e esagerati allarmismi perché non c’era alcuna iniziativa sul punto, o è uno che non si informa o è uno che non viene informato di quello che succede in parlamento sebbene sia membro della Commissione Giustizia della Camera”.

Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, e il presidente dell’Ordine degli Avvocati, Sandro Sala, hanno convocato un’assemblea aperta a tutti i cittadini per sabato 3 settembre, a partire dalle ore 10 nel teatro Fenaroli di Lanciano, “per discutere delle ripercussioni che la chiusura del tribunale di Lanciano potrebbe avere sul territorio”.

Il presidnete della Camera Penale frentana, Sandro Troilo, ha inoltrato  oggi una richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale straordinario, allargato ai Sindaci del comprensorio, per discutere sulla ipotesi di revisione delle circoscrizioni giudiziarie che porterebbe alla chiusura del Tribunale di Lanciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *