Perimetrazione del Parco della Costa Teatina, a Roma nulla di fatto

Nessuna sostanziale novità dal vertice romano di oggi al Ministero dell’Ambiente, dov’erano convocati comuni del Chietino e parti interessate alla perimetrazione del parco della Costa Teatina. Ad anticiparlo è l’assessore regionale, Mauro Febbo, coordinatore abruzzese del tavolo tecnico, che domani terrà sulla vicenda una conferenza stampa nella sede della regione a Pescara: “A Roma – ha detto Febbo – si è registrata anche oggi una situazione di stallo, con alcuni comuni contrari al parco e altri incapaci di indicare al ministero un’idea univoca sulle dimensioni dell’area protetta. Al governo – ha aggiunto Febbo – chiederemo ora una ulteriore proroga sui tempi previsti, ma se dopo il 30 settembre arriverà il commissario ministeriale non sarà la fine del mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *