Il Delfino mette a tacere tutti: 2-0 al Crotone e secondo posto in classifica

Una risposta forte e chiara del Pescara doveva arrivare dal campo e così è stato. Dopo una settimana caratterizzate dalle polemiche dopo la rocambolesca gara di sette giorni fa a Modena, il Delfino di Zeman regola con una eccellente prestazione la pratica Crotone. All’Adriatico si presentano in diecimila per sostenere i biancazzurri, a conferma che attorno alla squadra è rifiorito un amore d’altri tempi. Tanti tifosi per essere accanto a una formazione che piace e fa sognare. Perché no, anche un messaggio a chi è al governo del calcio di B: qui siamo tutti uniti per far rispettare società, tecnico, giocatori, pubblico e città. A dar maggior peso alla giornata i gol che hanno messo ko i calabresi li ha messi a segno uno della vecchia guardia, Sansovini. Meglio di così, non si poteva davvero. E Immobile? Non è stata una giornata esaltante per il capocannoniere del boemo, che ha sbagliato pure un rigore al 35’ del primo tempo ma offre al collega di reparto e capitano i passaggi per andare in gol.

Pronti via e il Pescara, che schiera una difesa rivista a causa del forfait di Petterini con Capuano e Brosco centrali e gli esterni Bocchetti e Balzano, fa subito capire di non voler perdere l’occasione di mantenersi nei piani alti della classifica. Passano appena 8’ minuti e la porta del Crotone si gonfia. Assist di Togni per Sansovini che controlla di petto e supera Bindi.  Il Crotone fa quel che può per contenere i biancazzuri ma fa una tremenda fatica a superare la metà campo dei padroni di casa.  Così al 26′ il Delfino sfiora il raddooppio: Sansovini approfitta di un rimpallo favorevole e, dal limite, sfiora il palo. Al 34’ i padroni di casa gettano alle ortiche l’occasione per raddoppiare. Bocchetti, dalla sinistra, serve in velocità Immobile, il quale nel tentativo di saltare Bindi, viene atterrato dallo stesso numero uno calabrese. Per l’arbitro Ciampi è calcio di rigore, ma dal dischetto il tiro di Immobile si stampa sul palo. Il tempo si chiude con giocate in velocità del Pescara, che preme ma non raccoglie molto. Nella ripresa la gara riprende da dove si era interrotta e il Pescara trova il raddoppio: spettacolare triangolazione tra Immobile e Sansovini, con il capitano che trova il secondo gol di giornata. Il Pescara dilaga e sfiora la terza segnatura: Cascione, da buona posizione, fallisce un’ottima occasione. La prima vera occasione del Crotone arriva al 70′, la buona combinazione dei calabresi dal limite dell’area permette a Sansone di allargare sui piedi di Caccavallo, che tira a rete, dando solo l’illusione del gol. Nel finale gli uomini di Zeman ci provano ancora con una grande azione di Kone sulla destra, il cui cross è ottimo per Immobile, ma sulla rovesciata dell’attaccante Bindi si supera.

Finisce in festa: il Pescara conquista il secondo posto in classifica in coabitazione con il Sassuolo, a quota 9 punti.

PESCARA-CROTONE 2-0
PESCARA (4-3-3): Pinsoglio, Bocchetti (Zanon 33’st) , Capuano, Brosco, Balzano, Kone, Togni (Gessa 22’st), Cascione, Insigne, Sansovini (Giacomelli 41’st), Immobile. A disp: Cattenari, Romagnoli, Nicco, Maniero. All. Zeman
CROTONE (4-3-3): Bindi, Correia, Vinetot, Tedeschi, Migliore, Eramo, Loviso, Florenzi (Calil 1’st), De Giorgio (Gabionetta 7′ st), DJuric (20’st Sansone), Caccavallo. A disp: Belec, Terigi, Galardo, Ciano. All.: Menchini.
Arbitro: Ciampi di Roma

Reti: Sansovini 8′ pt, 12′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *