A L’Aquila IV Simposio Internazionale di Omeopatia Italo-Brasiliana

Il 16 e 17 prossimi, presso la Sala Fermi dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dei Laboratori Gran Sasso, ad Assergi, si svolgerà il IV Simposio Internazionale di Omeopatia Italo-Brasiliana, patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri, l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania di Roma, la Regione Abruzzo, la Provincia dell’Aquila, il Comune dell’Aquila, l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia dell’Aquila, le Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis, l’Ance – Associazione Nazionale Costruttori Edili. Tema del Simposio, ‘Il ruolo della medicina Omeopatica nelle emergenze sanitarie. Metodologia e casistica clinica’. I lavori saranno aperti alle ore 9, dal presidente del Simposio, Anna Rita Aquilio e proseguiranno con la trattazione su L’esperienza italiana nelle Emergenze Sanitarie. Moderatore il prof. A. Abbate. Sempre in mattinata si parlerà su ‘L’eccellenza dell’Omeopatia italiana nelle patologie acute e gravi. Contributo delle Scuole del Dipartimento Formazione FIAMO’. Nel pomeriggio, il prof. Corrado G. Bruno, parlerà su: Omeopatia nelle Emergenze Pediatriche, moderatore:  il prof. A. Ronchi. Alle 18.30 , i partecipanti, a gruppi di 50, potranno visitare i Laboratori di Fisica Nucleare e successivamente, il centro storico dell’Aquila. Sabato 17 settembre, i lavori riprenderanno con la relazione del prof. Celio Morooka su Omeopatia nelle Emergenze Veterinarie. Moderatore, il prof. Mauro Dodesini. Nel pomeriggio sarà la volta della prof. M. Marim, che tratterà su ‘Omeopatia nelle Unità di Terapia Intensiva’, moderatore: Francesco V. Marino. Domenica 18 è in programma l’Assemblea Soci FIAMO, che procederà al rinnovo delle cariche. Dalle 15 alle 18 si terrò un incontro con i pazienti dell’ADOA (Amici dell’Omeopatia Aquilani) presso la sede dell’A.N.C.E., in via De Gasperi, 60. Il Comitato Scientifico del Simposio è composto da Antonio Abbate, Luigia Alessandrino, Corrado G. Bruno, Mauro Dodesini, Pietro Federico, Carmine Lo Schiavo, Francesco V. Marino e Antonella Ronchi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *