Caporale (Verdi): “Aree dove vive l’orso marsicano aperte alla caccia”

Il Comitato Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) della Regione Abruzzo ha votato per l’apertura a migliaia di cacciatori nelle aree in cui gli orsi sono maggiormente presenti in autunno. La Giunta regionale, certa di tale aberrante decisione, con i documenti pronti ha già ratificato per iniziativa dell’assessore preposto alla Caccia: Mauro Febbo. Lo annuncia il capogruppo regionale dei Verdi, Walter Caporale. “Dopo i tentativi di sabotaggio del Parco Nazionale della Costa Teatina – dice l’esponente ambientalista – ora attacca la specie simbolo della nostra Regione, l’orso bruno marsicano, già in serio rischio d’estinzione. Eliminato il divieto di accesso dei cacciatori e dei cani nelle aree frequentate dagli orsi si è scelto di mettere in serio pericolo la sopravvivenza della specie. L’attentato che la Regione ha inferto all’Orso Bruno Marsicano insieme a quello che l’assessore Febbo sta perpetrando a danno dei Parchi pone definitivamente una pietra tombale sul rilancio economico abruzzese – afferma infine Caporale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *