Spoltore Ensemble chiude ricordando la tragedia di Marcinelle

Gran Finale per il Festival Spoltore Ensemble che chiude la fortunata kermesse 2011 con il dramma teatro Musineri, in scena in piazza D’Albenzio dalle ore 21.

La rappresentazione, per  la regia di Claudio Di Scanno con Susanna Costaglione e la musica di Marco Di Blasio, affronta la triste vicenda della miniera di Marcinelle dove morirono 262 minatori, quasi la metà erano italiani. Tra le vittime molti abruzzesi, sopratutto della provincia di Pescara. La vicenda è raccontata da un personaggio femminile quanto mai atipico: Nenè, La Flamand, deliziosa personalità da favola tragica. Chiamata così  per via dei suoi capelli rossi e per l’animo impetuoso, che nel bar fuori della miniera svolgeva la doppia professione di “serva e amante”. Nenè ci racconta di Bigio, il milanese che voleva arricchirsi lavorando a cottimo in miniera, del Greco, finito in galera per questioni di gelosia, di Nestore, ancora di Settimio, morto di silicosi con un chicco di uva tra i denti. L’opera arriva al Festival Spoltore Ensemble grazie alla sinergia tra L’Ente Manifestazioni e La Provincia di Pescara. Infatti il dramma si inserisce nel Progetto Abruzzo del TSA.

L’Ingresso allo spettacolo è gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *