Primarie ad Ortona, Sel, Socialisti, Verdi presentano Patrizio Marino

Patrizio Marino, appoggiato dal centrosinistra ortonese: Sel, Socialisti, Verdi e un folto gruppo di persone della società civile prenderà parte alle primarie di Ortona, fissate per il prossimo 13 novembre. Marino sfiderà Enzo Tucci. Nato a Messina il 28 novembre del 1960, ad Ortona  all’età di due anni, Marino  è laureato in Filosofia. Ha lavorato come istitutore presso il collegio Onaosi di Perugia ed ha insegnato nelle scuole della provincia di Varese; nel 1990, dopo l’abilitazione in Lettere nella scuola media e in Filosofia e Storia alle superiori, è rientrato in Abruzzo ed ha insegnato in molte scuole “montane” della provincia di Chieti. Attualmente insegna Lettere presso la Scuola Media statale di Orsogna, di cui è anche vice preside. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti della Regione Abruzzo dal 2002, è tra i fondatori del quindicinale “La Piazza di Ortona” di cui ha assunto la direzione dal 2006. Esperienza giornalistica che lo ha portato a stretto conttato con la gente. “Camminando s’apre il cammino – è il suo slogan. Il cantiere che stiamo mettendo in piedi per costruire una nuova Ortona ferve proprio là dove si snoda il traffico della vita quotidiana, non nelle sale buie, non tra pochi “amici e amici degli amici”, non nei calcoli salottieri, non negli astuti compromessi. Noi preferiamo la strada, perché è lì che incontriamo a viso aperto i nostri concittadini e con loro ci vogliamo confrontare sull’azione politica e amministrativa che andremo compiendo. Strada facendo per invitare tutti i nostri concittadini a non lasciarsi espropriare del bene della partecipazione, della libertà, del confronto e della critica costruttiva. Da qui, se dovessi vincere le primarie del centrosinistra e ottenere la candidatura a sindaco di Ortona, si partirà per costruire un programma concreto che sappia dare la svolta che Ortona aspetta da anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *