Coletti (PD) sui conti della Provincia di Chieti: “E’ necessario una revisione per fare chiarezza”

“Per avere una idea chiara e per accertare la verità sui conti dell’Ente, è necessario procedere ad una revisione, voce per voce, dei residui attivi e passivi presenti sul conto consuntivo 2010 approvato di recente dal Consiglio Provinciale”.

E’ questa la proposta, a sorpresa, del presidente della Provincia di Chieti da luglio 2004 a giugno 2009 Tommaso Coletti. La questione dei debiti dell’ente va avanti da circa due anni ed al centro delle polemiche per i presunti debiti lasciati dalla sua amministrazione. “Il conto consuntivo 2010 presenta una mole eccessiva di residui, sia attivi che passivi – continua Coletti – per questa ragione chiederemo la convocazione della competente commissione consiliare per esaminare, nel dettaglio, tutte le poste residuali, la loro origine e le ragioni per le quali permangono tutt’ora. Residui attivi per complessivi 107 milioni di euro, somma che deve rientrare alla Provincia, accertata con documenti alla mano negli anni scorsi e non ancora riscossa, così come il residuo passivo complessivo, totale somme impegnate e non spese, per un importo di 122 milioni di euro, sono elementi turbativi del risultato complessivo della situazione economica e finanziaria dell’Ente. Una revisione voce per voce sia dei residui attivi che dovrebbero essere tutti reali ed esigibili perché accertati dai dirigenti con documenti alla mano – conclude Coletti – sia dei residui passivi, molti risalenti ad una decina di anni or sono e non più necessari che bloccano delle somme altrimenti disponibili, sicuramente comporterà delle sorprese, alcune anche negative, ma nel complesso, ritengo, darà una risposta positiva alle problematiche che l’Ente si trova ad affrontare e che spesso, per coprire le incapacità degli attuali amministratori, vengono amplificate artatamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *