Taglio sui trasporti, Fagnilli (IdV) dice no alla soppressione della Linea 18

Palmerino Fagnilli, consigliere provinciale dell’IdV ed ex sindaco di Pizzoferrato, ha chiesto l’intervento del Presidente della Provincia di Chieti, del Presidente della Sangritana  perché il 2 ottobre prossimo sarà soppressa l’unica Linea autobus diretta dall’Alto-Medio Sangro alle città di Lanciano-Chieti-Pescara. “L’avviso pubblico della Sangritana parla chiaro: “Come previsto dall’art.61 della Legge Regionale n.1/2011, la Ferrovia Sangritana S.p.A. a partire dal 2 ottobre 2011 attuerà il piano di ristrutturazione delle autolinee con le segueti soppressioni:…”. Con partenza alle 6.15 dalla piazza di Gamberale serve i paesi di Pizzoferrato, Quadri, Civitaluparella, Fallo, Villa Santa Maria, Roio, Rosello, Borrello  – dice Fagnilli -. I cittadini di questi centri, che devono recarsi all’Ospedale di Lanciano o a quello clinicizzato di Chieti, ai vari  Uffici statali, regionali, provinciali, o alle Università di Chieti  di Pescara, o a Bologna-Firenze-Milano-Torino salgono su questo autobus. Alle 12.15 dalla stazione di Pescara si parte o riparte. Dai 1343 metri sul livello del mare alle città, inevitabilmente a valle, lontane. Un solo biglietto. Una sola tariffa. Con meno tempi morti per gli autisti, specializzati ad affrontare neve, pioggia e sole, nel volgere dei 150 chilometri percorsi. Con rispetto dei viaggiatori a lunga percorrenza poiché non devono cambiare mezzi nel giro di brevi tratte. Con rispetto delle persone anziane che devono recarsi agli ospedali. La linea soppressa sarà sostituita da più linee, da più autobus, da più biglietti, diverse tariffe, con tempi di attesa maggiori per passeggeri ed autisti. E più disagi per quelli che partono con pacchi e neve. L’impressione è che non si è di fronte a una riforma del servizio, ma a un  dispetto.  La Linea 18 è non è solo trasporto e anche una storia infinita di mobilità territoriale. Dagli inizi degli ’30 dello scorso secolo o, se si vuole, dell’altro millennio, prima della seconda guerra mondiale, la Ditta D’Amico di Quadri iniziava questa attività di trasporto. La ditta si è trasformata poi in D’Amico-Mastrodicasa e ha operato fino agli anni ’80, quando è stata assorbita dalla Sangritana. E così fino al 2 ottobre 2011 prossimo venturo. In quanto ai famosi tagli agli sprechi, toccherà un famoso pezzo di storia, senza nemmeno saperlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *