Calcio scommesse: 150 partite di A, B e campionati minori nel mirino della Procura di Napoli

L’inchiesta sul calcio scommesse non si è affatto arrestata. Anzi, è andata avanti e oggi si scopre che la Procura di Napoli avrebbe puntato le sue attenzioni su flussi anomali di scommesse su partite degli ultimi due campionati, di tutte le serie. Anche della A. Sarebbero almeno 150 le partite sospette, tra serie A, B e campionati minori. Lo ha riferito il procuratore aggiunto Rosario Cantelmo che con un pool di magistrati indaga sui rapporti tra pallone e camorra.

“Dalla Figc ci sono scambi costanti di informazioni su tutte le partite sospette, così come analizziamo i dati che ci arrivano costantemente dall’agenzia dei monopoli di Stato – ha spiegato Cantelmo -. Abbiamo già convocato alcuni dirigenti della società coinvolte e chiesto spiegazioni”. Alcuni di questi accertamenti, spiegano dalla procura, riguardano anche partite giocate in Spagna e Sud America e sono già pronte richieste di rogatorie internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *