Seconda Divisione, nella domenica dei derby abruzzesi vince solo il Giulianova

Il 59° derby tra L’Aquila e Chieti, caraterrizzato dalla mancanza di tifo sugli spalti del Fattori. L’Osservatorio Nazionale ha infatti imposto ai sostenitori teatini, gemellati con quelli del capoluogo, di seguire la propria squadra. Una decisione che non è piaciuta, tanto che i supporters locali hanno deciso di disertare lo stadio per solidarietà e hanno seguito la gara, insieme ai tifosi teatina, all’esterno.

Sul campo, dopo due vittorie consecutive, L’Aquila, cercava il tris dopo le ultime convincenti prestazioni, ma di fronte ha trovato un Chieti che si è preparato bene al confronto, deciso a non perdere contatto con le prime della classe. Insomma, tutti gli ingredienti per assistere a un derby vero, tra due squadre nelle ultime 4 stagioni si sono affrontate ben sei volte al Fattori, con L’Aquila che ha fatto valere il fattore campo, con 2 successi, tre pareggi e una sola sconfitta.

Pronti via e il Chieti, al primo affondo, passa. Segna Lacarra, che sorprende Testa e gela il Fattori. L’Aquila, ovviamente, accusa il colpo. La squadra di Ianni impiega un po’ per riorganizzarsi, mentre il Chieti, che Paolucci ha disposto davvero bene, non fatica molto a contenere le azioni dei padroni di casa, che s’affacciano di rado dalle parti di Feola. Solo nel finale i rossoblu si fanno pericolosi e colgono un palo. Si va al riposo e appena il confronto riprende L’Aquila trova subito il gol del pareggio. Improta si fa spazio tra gli avversari poi pesca il giovane Agnello in area, che non ha difficoltà a segnare. Ritrovato l’equilibrio, L’Aquila inizia a giocare e a guadagnare metri, con un Chieti che è costretto ad arretrare. Gli uomini di Ianni manovrano di più, ma non riescono ad essere pericolosi. Bisogna attendere i minuti finali per emozionarsi con una occasione per parte: al 34’ Cunzi lancia in profondità Improta, che con un diagonale centra la traversa. La risposta del Chieti arriva al 39’ con Gammone, che fugge sull’out destro, cross al centro per Heredia che, tutto solo a pochi metri dalla porta, conclude male, svirgolando. L’ultimo sussulto lo provoca L’Aquila al 42’ con una punizione di Pianese, che cerca al centro, Feola, che si fa sfuggire il pallone, ma il tiro di Cunzi viene messo in angolo.

L’altro derby abruzzese in programma in Seconda Divisione ha visto opposti al Rubens Fadini il Giulianova di De Patre e il Celano di Facciolo. La diversa situazione di classifica tra le due squadre faceva pendere l’ago della bilancia verso i giallorossi già prima del confronto, e sul campo il pronostico è stato rispettato. I marsicani, attesi a una prova d’orgoglio, per la verità non sono stati fortunati: Facciolo ha dovuto dar fondo a tutte le sostituzioni disponibili a causa degli infortuni di Bruno Carosone. Come se non bastasse nella seconda parte della ripresa la gara s’infiamma al 18’ quando per un atterramento di un giocatore del Celano, il Giulianova mette la palla a lato per consentire che l’atleta possa essere soccorso. Ci si attende che il Celano restituisca il pallone, invece, riprende regolarmente: ne nasce una mischia che porta l’arbitro a tirar fuori il cartellino rosso ed allontanare dal campo  Zoppetti del Giulianova e  Amadio del Celano. Ma non è finita: al 21′ st. gli ospiti restano in nove per il rosso a Bagaglini. Nonostante l’inferiorità numerica da ambo le parti, lo spettacolo non manca, con il Giulianova che manca in più occasioni il secondo gol e marsicani che tentato il tutto per tutto, senza successo. Non cambia nulla, con il Giulianova che sale ancora, mentre il Celano non si schioda dal basso della classifica

Mercoledì di nuovo in campo per il secondo infrasettimanale. Queste le gare in programma Aversa Normanna-Giulianova Celano-Aprilia Chieti-Neapolis Mugnano Ebolitana-Campobasso Fano-Catanzaro Fondi-Paganese Isola Liri-Gavorrano Milazzo-L’Aquila Perugia-Arzanese Vibonese-Vigor Lamezia riposa: Melfi.

Questi i risultati e la classifica dopo i confronti di oggi:

Seconda Divisione-5ª giornata – Aprilia-Fano 0-0; Campobasso-Perugia 1-2; Catanzaro-Milazzo 1-1; Gavorrano-Fondi 2-0; Giulianova-Celano 1-0, 19’pt. Morga; L´Aquila-Chieti 1-1, 1’pt. Lacarra (Ch), 1’ st. Agniello (LA); Melfi–Ebolitana 1-0; Neapolism.-Arzanese 1-1; Paganese-Vibonese 2-1; Vigor Lamezia-Isola Liri 1-0. Ha riposato Aversa Normanna.

Classifica – Vigor Lamezia 13; Perugia, Paganese, Gavorrano 12; Campobasso 10; L’Aquila, Giulianova 9; Arzanese, Catanzaro 8; Chieti 7; Aversa Normanna 6; Isola Liri, Fondi 4; Neapolis, Melfi 3; Ebolitana, Vibonese, Fano 2; Milazzo, Aprilia 2; Celano 1. Fano e Melfi penalizzate di 2 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *