Trasporto merci alla Sevel, la Fiom chiede migliori servizi per gli autotrasportatori

Con una lettera al Consorio Sviluppo Industriale del Sangro, alla Direzione del personale della Sevel, la Fiom Cgil denuncia la grave situazione, per mancanza di servizi igienici, nelle aree di sosta e parcheggio dei mezzi di trasporto merci di approvvigionamento dello stabilimento del Ducato, in modo più preciso nelle zone di pertinenza degli ingressi 28 e 29. La Fiom ricorda che nel passato erano stati definiti, in incontri specifici con i rappresentanti dell’ASI Sangro, interventi ed investimenti mirati a rendere dignitoso il tempo di attesa per lo scarico e carico da parte degli autisti dei camion delle varie ditte che gestiscono l’enorme volume di materiali necessari al funzionamento della società Sevel. Ma quelle intese non sembrano essere state rispettate. Le criticità riguardano la non funzionalità dell’impianto di illuminazione parcheggi e attraversamenti nelle aree antistanti le entrate dell’unità di lastratura, montaggio, finizione e merci; la totale ingovernabilità del traffico, con grossi rischi per i lavoratori, soprattutto nei cambi turno; congestionamento della rotonda davanti l’ingresso di finizione  causato dai bus dopo la eliminazione del servizio navetta dagli stalli alla unità lavorativa sopra citata;la mancanza di rallentatori e attraversamenti pedonali segnalati.

“Più volte abbiamo sollecitato la ripresa di un confronto su queste problematiche, non siamo stati degnati neanche di una formale risposta. Permanendo ancora questa condizione nei prossimi giorni metteremo in  atto tutte le iniziative necessarie a garantire le sicurezza e gli interessi delle maestranze del sito Sevel”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *