Vertenza Gtm, alta l’adesione dei lavoratori allo sciopero. Nuova astensione il 14 ottobre

Adesione alta allo sciopero dei lavoratori della Gtm, la società di trasporto pescarese, proclamato dalla Fit Cgil e dalla UilM Trasporti. Per i sindacati si è toccato oltre il 90% del personale viaggiante, dato peraltro bissato la mattina con un’analoga percentuale di partecipazione da parte del personale addetto alle manutenzioni. Pochi gli autobus in circolazione e in concomitanza con l’avvio dello sciopero, fissato alle ore 20 di ieri, si è tenuta nel piazzale antistante il deposito della Gtm, un’assemblea straordinaria alla quale hanno partecipato circa 100 lavoratori (per la maggior parte autisti) i quali, condividendo integralmente le motivazioni dello sciopero, hanno invitato le organizzazioni sindacali a proseguire nelle azioni di lotta.  Durante l’assemblea sono emerse soprattutto le responsabilità del Cda e del Presidente della Gtm Michele Russo che nel corso di questa vertenza, ha assunto un atteggiamento disinteressato e di indifferenza rispetto alle problematiche sollevate dai sindacati che, è il caso di evidenziare, non attengono solo le giuste rivendicazioni dei lavoratori ma più in generale anche questioni legate alla scarsa qualità ed efficienza del servizio offerto all’utenza. “Un Presidente sempre più preso dalle proprie attività imprenditoriali e sempre meno impegnato a risollevare le sorti di un’azienda snobbata non solo dagli utenti ma ormai abbandonata al suo destino anche dalla stessa proprietà ovvero la Regione Abruzzo, stanca evidentemente di questa anatra zoppa che, appare sempre più, in un’ottica di azienda unica, come l’agnello da sacrificare – hanno affermato i sindacati. .

Il prossimo 3 ottobre, il Presidente del Collegio Sindacale della Gtm Della Cagna, ha inoltrato alle Segreterie Provinciali di Filt Cgil e Uiltrasporti una richiesta d’incontro, che fa seguito a quella inoltrata in pari data dai segretari provinciali delle due organizzazioni sindacali, le quali hanno riscontrato in alcune e recenti decisioni assunte dal Consiglio di Amministrazione della Gtm Spa, una gestione economica e finanziaria alquanto allegra, poco trasparente e, soprattutto, non rispondente ai requisiti di una Società che gestisce denaro e beni pubblici. “Vorremmo, approfondire – sostengono nella nota che Filt Cgil e Uiltrasporti hanno indirizzato per conoscenza all’Assessore Regionale ai Trasporti Giandonato Morra – ulteriori e discutibili decisioni approvate dal Cda oggetto di altrettante Delibere e Determine aziendali assunte in palese violazione rispetto a quanto previsto dall’articolo 67 della Legge Finanziaria Regionale 1/2011, in termini di riduzione degli eccessivi costi legati a consulenze e spese non necessarie nelle aziende regionali di tpl.

I sindacati lamentano il silenzio della Regione sulla vertenza in atto e hanno proclamato un nuovo sciopero di 8 ore per il 14 ottobre. Dalle 16 alle 24 si asterrà dal lavoro il personale viaggiante, mentre quello a terrà sciopererà per l’intera giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *