Operazione Anxanum, tre condanne per spaccio e detenzione di droga. Pene di 3 e 2 anni ai gestori di night per favoreggiamento della prostituzione

Il tribunale di Lanciano ha emesso la sentenza di primo grado relativa all’ultima parte del processo che ha avuto origine dall’operazione antidroga denominata ‘Anxanum’. Nel gennaio 2005 l’operazione portò a 31 arresti per un traffico illecito di cocaina tra la Spagna e Lanciano, attraverso dei ‘corrieri’ che ingerivano ovuli di cocaina. Quattro assoluzioni e tre condanne per i reati di spaccio e detenzione di droga: Antonio Cardillo è stato condannato alla pena di 7 anni e sei mesi di reclusione e 60 mila euro di multa, Antonello Crognale a 6 anni e 30 mila euro di multa, Matteo Di Carlo a 5 anni e 20 mila euro di multa e Tommaso Cardillo a 2 anni e 4 mesi e 6 mila euro di multa. Gli avvocati difensori preannunciano appello contro la sentenza.

I gestori del night club “Malizia Due” di Paglieta sono stati condannati per il reato di favoreggiamento della prostituzione all’interno del night, in relazione a un fatto che risale al 2005. Raffaele Baldacci, 63 anni, di Pescara, è stato condannato alla pena di 3 anni di reclusione, mentre Carlo Tontodonati, 46 anni, sempre di Pescara, è stato condannato a due anni, pena sospesa. I soci e gestori del night club, entrambi assistiti dall’avvocato Giancarlo De Marco del foro di Pescara, avrebbero favorito la prostituzione delle ragazze che lavoravano all’interno del night facendole appartare con i clienti nei privè per delle prestazioni sessuali. In particolare una ragazza straniera, nell’aprile del 2005, avrebbe avuto un rapporto sessuale orale con un cliente dietro pagamento di 50 euro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *