Provincia di Chieti, avviata la verifica politica tra le forza di maggioranza

Avviata in Provincia a Chieti la fase di verifica politica finalizzata ad un’azione di rilancio dell’attività amministrativa. Una notizia che lo stesso presidente della Giunta, Enrico Di Giuseppantonio, rende ufficiale. Anche perché nei giorni scorsi, s’era parlato come imminente un rimpasto in esecutivo dopo il caso Tavoletta. L’assessore, che ha aderito al Fli, è anche nel consiglio comunale di Chieti, e non ha votato la delibera di equilibrio di bilancio della Giunta Di Primio, un atteggiamento che non è piaciuto ai vertici del PdL tanto da chiederne la sostituzione. Di Giuseppantonio, contatto Mauro Febbo, coordinatore provinciale del principale partito del centro destra, hanno avuto un primo incontro. Sul tavolo, ovviamente coesione e impegno da parte di tutti per portare avanti la legislatura, alla luce dei contatti avuti nei giorni scorsi dal presidente con i partiti di maggiornza.

“Ho preso atto delle richieste che mi sono arrivate dai partiti della coalizione e soprattutto dai Gruppi consiliari per iniziare una serie di incontri finalizzati al rilancio dell’attività amministrativa – dice il Presidente Di Giuseppantonio. Il lavoro fin qui svolto è positivo ma i compiti che ci attendono nell’ambito dell’azione di risanamento dell’Ente che abbiamo avviato sono gravosi e richiedono coesione. Ed un’azione di rilancio passa anche attraverso un giusto riequilibrio della Giunta provinciale. Ho dunque avviato una serie di consultazioni che spero di concludere entro pochi giorni, quindi tirerò le somme. Ho richiamato tutti – prosegue il Presidente Di Giuseppantonio – ad un alto senso di responsabilità, ad andare avanti con grande passione politica e personale. La verifica che avviamo oggi in Provincia è comune a tutte le coalizioni di qualsiasi colore politico e spiace che colleghi come Angelo Radica e Camillo D’Amico in questa circostanza abbiano saputo cavalcare solo l’onda della demagogia, ben sapendo che la mia storia politica mi ha sempre visto protagonista di scelte dettate dal bene comune e non dagli interessi personali: il mio unico capo è il popolo e ad esso rispondo con la coscienza”.

Gli incontri con i partiti e con i gruppi consiliari della coalizione proseguiranno nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *