Alla Sevel tecnici messicani per studiare la produzione del Ducato. La Fiat vuol lanciare un veicolo commerciale in America

La Fiat, in collaborazione con la Chrysler, punta a realizzare un veicolo commerciale per il mercato americano. La produzione del prototipo avverrà in Messico, a Toluca, dove la Chrysler ha un proprio stabilimento. E questo spiega perché in questi giorni, a rotazione, una ventina di tecnici sud americani sono alla Sevel, in Val di Sangro, per studiare il processo di produzione del Ducato, a cui si ispirerà il furgone da costruire oltre Atlantico. Non è certo una novità, l’aveva annunciato proprio in Abruzzo, nello scorso mese di settembre l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne. L’occasione, l’inaugurazione, alla periferia de L’Aquila, di un complesso scolastico nell’area del progetto Case di Bazzano, realizzato con i fondi Fiat. Marchionne, che era accompagnato dal presidente della casa torinese John Elkann, aveva però tenuto a precisare che il progetto per un veicolo industriale in America, non avrebbe intaccato o rimpiazzato la produzione in Sevel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *