Di Federico (Pri): “Bene l’abolazione del listino, no alle liste al 50% di genere e doppia preferenza uomini-donne”

“Prendo atto con soddisfazione che tutti, maggioranza e opposizione, sono d’accordo sull’opportunità di abolire il listino e di attribuire il premio di maggioranza con recupero degli eletti dalle liste con metodo proporzionale. Tale auspicata modifica consentirebbe l’elezione di un Consiglio Regionale completamente legittimato dagli elettori evitando, oltretutto, devastanti e poco edificanti lotte intestine all’interno dei Partiti e tra Partiti della coalizione”.

E’ quanto sostiene Nicola Di Federico, Responsabile regionale PRI, in merito alla riforma della Legge elettorale regionale.

“Sono altresì fermamente contrario alla proposta del capogruppo PD alla Regione D’Alessandro che vorrebbe “liste al 50% di genere e doppia preferenza uomini-donne” – aggiunge l’esponente repubblicano -. Trovo tale proposta demagogica, strumentale e finanche offensiva verso le donne, che certamente hanno la capacità di emergere per merito e non per legge. Piuttosto mi preoccuperei che i Partiti diano a tutti, uomini e donne, pari opportunità e creino le condizioni per selezionare una classe dirigente in base a capacità e merito indipendentemente dal sesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *