Campionato d’eccellenza, esordio decisivo: L’Aquila Rugby batte il Crociati Parma

Inizio col piede giusto per il L’Aquila Rugby. Il team dei neroverdi volano al “Fattori” .

La gara è stata in equilibrio fin dal fischio d’inizio ma per gli ospiti del Banca Monte Crociati, la trasferta aquilana, risulta tutt’altro che positiva. A sbloccare l’incontro sono proprio i gialloblu con Tami Enodeh che sfonda due placcaggi e schiaccia in meta. Magri non trasforma.

Al 16’, il mediano Loki Crichton preferisce andare verso il lato chiuso dall’estremo Marco Di Massimo che, partendo da dietro, sferra un’azione di contrattacco. Si crea così buco perfetto: schiaccia l’ovale ed è meta. Del Pinto manca la trasformazione. L’Aquila 5 Crociati Parma 5.

Dieci minuti dopo arriva un giallo per Di Massimo, richiamato per un antigioco in mischia.

Dopo un inizio nervoso, Del Pinto non sbaglia più e porta in vantaggio i padroni di casa.

Gli animi si surriscaldano e scoppia una rissa sul terreno di gioco.

Ad un minuto alla fine del primo tempo l’arbitro espelle i due capitani: Zaffiri e Milani.

L’andamento delle segnature è stato altalenante: i primi 40′ si chiudono sul 8 a 5 in favore del L’Aquila Rugby. Nel secondo tempo, rientrano i due capitani espulsi e si gioca alla pari. I neroverdi, sempre più precisi e grintosi, conquistano quasi tutti i palloni dalle rimesse e organizzano puntualmente il gioco facendo girare l’ovale. Del Pinto al 17′, 20′ e 29′ centra i pali. Risponde il Crociati Parma con una meta del “gladiatore” Vengoa.

Negli minuti finali il Parma crede nel miracolo: mischia a favore del capitano gialloblù Milani, il quale trova la meta e fa sognare nella rimonta. Zucconi, però, non trasforma e l’arbitro Falzone di Padova fischia la fine: L’Aquila Rugby 17, Crociati Parma15.

Ed è festa al “Tommaso Fattori” tra la gioia dei tifosi.

“Guardiamo al futuro – ha commentato Zaffiri, capitano de L’Aquila Rugby – con una squadra che oggi ha dimostrato di essere forte e compatta, con ancora ottimi margini di crescita. E’ un gruppo pieno di giovani che ha anche dimostrato quanto sia stato importante il lavoro svolto lo scorso anno. E adesso – ha concluso la punta di diamante dei neroverdi – guardiamo con ottimismo al futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *